Inaugurata la risonanza magnetica di San Salvo: "È l’inizio di un percorso" - Presto accorpamento delle attività della vecchia sede
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Inaugurata la risonanza magnetica di San Salvo: "È l’inizio di un percorso"

Presto accorpamento delle attività della vecchia sede

Tiziana Magnacca e Nicoletta VerìTaglio di nastro per la risonanza magnetica del distretto sanitario di San Salvo. Dopo un periodo di rodaggio, il macchinario è entrato regolarmente in funzione e nel primo pomeriggio, per l'occasione, sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco Tiziana Magnacca, il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti Thomas Schael, l'assessore regionale alla Sanità Nicoletta Verì e la direttrice del reparto di Radiologia di Vasto Maria Amato.

Come già accaduto in passato, il primo cittadino nel fare gli onori di casa ha sottolineato il cambio di passo rispetto all'assessorato di Silvio Paolucci, memore dei numerosi botta e risposta proprio sul distretto sansalvese: "Sono stati riconosciuti la giusta importanza e il ruolo strategico a questo distretto – ha detto il sindaco – restituendo dignità al territorio rispetto a non troppo tempo fa quando c'era l'intenzione di depotenziarlo. Questo può diventare un centro di riferimento per la diagnosi per immagini".

"Ho sempre ribadito il concetto di integrazione tra ospedale e territorio – ha detto Verì – Questo dev'essere l'inizio di un percorso di specializzazione. Se si lavora bene sul territorio, possiamo far diminuire la pressione sull'ospedale. Per questo pensiamo a un cronoprogramma preciso da rispettare". 

L'obiettivo fissato dai vertici aziendale e regionali è quindi decentralizzare alcune attività dall'ospedale specializzando i distretti. "Qui abbiamo iniziato anche con la refertazione telematica – ha aggiunto Schael – e aggiungeremo la radiologia tradizionale. Forse in passato è mancato qualcuno che spingesse questo progetto. Negli ospedali dobbiamo decentrare le attività ambulatoriali grazie a strutture specializzate come questa che si integrano all'assistenza domiciliare". 

A spiegare le peculiarità del nuovo macchinario ci ha pensato Amato: "La qualità delle immagini è di molto superiore. Consente di studiare piccole e grandi articolazioni e la colonna lombare e cervicale. Questa risonanza inoltre permette al distretto di essere a supporto anche alla terapia del dolore e a reumatologia".
"Quasi non credo ai miei occhi – ha concluso il presidente del consiglio comunale di San Salvo, Eugenio Spadano – Vedevamo in questa struttura un enorme potenziale. Qui si può realizzare la vera sanità territoriale".

Maria Amato e Angelo MuragliaNel breve futuro nel distretto sanitario di via De Gasperi saranno accorpate anche le attività della vecchia sede di via Pascoli che sarà venduta.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi