Zonalocale ai lettori: grazie per il vostro sostegno in un periodo complicato - Il messaggio dell’editore: "Continuiamo a mantenere vivo il giornalismo di qualità"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 01/07

Zonalocale ai lettori: grazie per il vostro sostegno in un periodo complicato

Il messaggio dell’editore: "Continuiamo a mantenere vivo il giornalismo di qualità"

Cari lettori,
sono trascorsi mesi di grande apprensione e di intenso lavoro.

Di apprensione a causa della minaccia invisibile e silenziosa del subdolo virus che ha fatto ammalare oltre 3200 abruzzesi e ce ne ha portati via 462.

Di intenso lavoro, perché raccontare gli effetti della pandemia su questo pezzo di Stivale ha richiesto un impegno costante h24 nel proporvi numeri, storie e testimonianze giorno per giorno. I numeri, perché dietro di essi ci sono altrettante persone e vicende familiari. Le testimonianze, perché medici, infermieri, pazienti, rappresentanti dei lavoratori e tanti cittadini di buon cuore, che non hanno esitato a dare una mano al mondo sanitario impegnato in prima linea nella difficile battaglia contro il Covid-19, ci hanno raccontato storie, emozioni, momenti di tristezza e di speranza.

Con umiltà ci siamo messi alla verifica e alla smentita di quelle fake news che nel nostro territorio circolavano, virali e incontrollate, con la loro capacità di infettare l'informazione sana, come le bufale circolate nelle prime settimane dell'emergenza, con tanto di nomi, sulla positività di Tizio o di Caio, in una sorta di insensata caccia all'untore che, gradualmente, è andata affievolendosi col trascorrere dei mesi. Le bufale non sono certo terminate ora, con la graduale e faticosa ripartenza con cui il nostro Paese e la nostra regione stanno riavviando i loro motori, come non si sono esauriti fatti e storie da raccontare che, anzi, aumentano per numero e complessità. Il nostro impegno rimane immutato, con costanza e abnegazione.

Noi di Zonalocale vogliamo ringraziarvi per il sostegno che, in questo periodo così complicato, ci avete dato e continuate a regalarci anche in questi giorni. L'apprezzamento concreto dei lettori e l'interazione con loro rappresentano il più grande motivo di soddisfazione per chi svolge un lavoro di testimonianza e racconto trasparente di ciò che accade giorno per giorno.

"Attivare la possibilità di fare donazioni, in piena pandemia - spiega l'editore - è stato un atto coraggioso e necessario per continuare a garantire la qualità del servizio giornalistico di Zonalocale, dato che i proventi dalla pubblicità sono naturalmente crollati. Tutte le risorse raccolte vengono integralmente utilizzate per sostenere l’operato della redazione che, ritengo, merita e continua a meritare la grande stima che Voi lettori avete già dimostrato con le donazioni ricevute dal 23 aprile fino ad oggi. Continuiamo assieme a mantenere vivo il giornalismo di qualità".

Zonalocale

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi