Operazione Evelin, 21 persone rinviate a giudizio per traffico internazionale di droga - La decisione del gup: a processo per il blitz del novembre 2018
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

San Salvo   Cronaca 01/07

Operazione Evelin, 21 persone rinviate a giudizio per traffico internazionale di droga

La decisione del gup: a processo per il blitz del novembre 2018

Operazione Evelyn, la conferenza stampa dei comandanti provinciali di carabinieri e finanza dopo il blitz del 30 novembre 2018Sono 21. Andranno a processo il 20 ottobre con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti. È l'esito dell'udienza preliminare relativa all'operazione Evelin.

Il gup del Tribunale dell'Aquila, Guendalina Buccella, ha rinviato a giudizio le persone coinvolte nell'inchiesta che, due anni fa, portò al blitz di carabinieri e finanzieri, che il 30 novembre del 2018 eseguirono a San Salvo arresti e perquisizioni [LEGGI]. 

L'udienza preliminare si è svolta a L'Aquila perché le indagini sono state coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia del capoluogo abruzzese essendo contestata agli imputati l'associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti. Il processo, invece, si svolgerà dinanzi al Tribunale collegiale di Vasto. La prima udienza è fissata per il 20 ottobre. Gli imputati sono Bruno Aliu, Ion Balin, Ana Maria Banica, Elfrida Bici, Denis Bimi, Eqrem Bimi, Costel Blanariu, Agim Cafi, Elvis Cafi, Matteo Colapietra, Barbara Colacillo, Berardino D'Onofrio, Raffaele Iacovone, Sabrina Iacovone, Franco Nardino, Nicolas Redigolo, Alessandro Ronzullo, Besmir Sylja, Clirim Tafili, Elvin Tafili, Albjond Xheka.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi