Vasto, distrutto l’ordigno bellico trovato l’8 giugno tra gli scogli di Canale - Operazione di Sdai e Circomare sotto il coordinamento della Prefettura
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 30/06

Vasto, distrutto l’ordigno bellico trovato l’8 giugno tra gli scogli di Canale

Operazione di Sdai e Circomare sotto il coordinamento della Prefettura

(foto guardia costiera Vasto)Il litorale di Canale, a Vasto, è stato liberato dal residuato bellico ritrovato l'8 giugno tra gli scogli [LEGGI]. L'area era stata interdetta. 

La distruzione dell'ordigno inesploso è stata attuata "grazie all’intervento del Nucleo SDAI della Marina Militare che con il supporto della dipendente motovedetta CP 538, ha assicurato la bonifica del tratto di mare interessato, rimuovendo ed eliminando la fonte di pericolo, il tutto sotto il coordinamento della Prefettura di Chieti", si legge in una nota dell'Ufficio circondariale marittimo di Vasto.

I militari, agli ordini della tenente di vascello Francesca Perfido, hanno eseguito nei giorni scorsi una serie di controlli "Sul demanio di giurisdizione gli uomini e le donne del Circomare, durante l’attività di pattugliamento, hanno accertato 3 violazioni per auto in sosta sul demanio, uno scavo non autorizzato e accensione di fuoco in spiaggia per un ammontare di 1.438,00 euro, mentre in ambito portuale sono state elevate ben 11 contravvenzioni per oltre mille euro di sanzioni.

È altrettanto alta l’attenzione, da parte del personale della Guardia Costiera, al settore diportistico verificando il corretto e sicuro utilizzo dei natanti e delle imbarcazioni da diporto in navigazione nelle acque di giurisdizione.

Con l’inizio della stagione estiva l’Ufficio Circondariale Marittimo ha intensificato l’attività di pattugliamento a terra ed a mare, come disposto dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto con l’attività Mare Sicuro, al fine di salvaguardare la balneazione e la vita umana in mare nonché vigilare sulla sicurezza della navigazione e tutelare l’ambiente costiero e l’ecosistema marino, al riguardo quale ulteriore utile strumento di prevenzione per l’utenza del settore diportistico si richiamano le “Linee Guida per la Nautica da diporto e la sicurezza della balneazione consultabili sul sito web del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti [LEGGI]. 

La Guardia Costiera di Vasto coglie l’occasione in ultimo per ricordare agli utenti del mare le regole basilari e fondamentali per vivere in sicurezza e tranquillità le giornate al mare e di consultare il sito internet ufficiale del Comando [LEGGI] per ulteriori e maggiori informazioni".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi