Ospedale e ordinanza non rispettata, è scontro frontale. Menna: "Mando le carte in Procura" - Il sindaco sul piede di guerra
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 30/06

Ospedale e ordinanza non rispettata, è scontro frontale. Menna: "Mando le carte in Procura"

Il sindaco sul piede di guerra

"Mando tutte le carte in Procura". Il sindaco di Vasto, Francesco Menna, è sul piede di guerra dopo l'ammissione da parte del direttore generale della Asl, Thomas Schael, delle difficoltà a rispettare l'ordinanza dell'8 giugno scorso.

L'atto del primo cittadino – emesso dopo il crollo in Chirurgia e l'allagamento della cappella per la rottura di un tubo – chiedeva all'azienda sanitaria di disporre un'immediata verifica delle condizioni di sicurezza dell'intero ospedale "San Pio". L'irreperibilità del progetto originario sta però facendo allontanare sempre di più quell'immediatezza chiesta dal sindaco [LEGGI].

"La proprietà dell'ospedale è della Asl Lanciano Chieti Vasto e la Regione dovrebbe avere più di tutti il progetto – dice a zonalocale.it Menna – Anche se non si dovesse trovare, non può essere una scusante per non fare una verifica. Per precauzione, a garanzia della sicurezza dei cittadini trasmetto tutte le carte alla Procura: relazioni dei vigili del fuoco, i verbali dei sopralluoghi, la mia ordinanza. È inconcepibile che la Regione e il manager da essa nominato giochino a nascondino con il nostro ospedale non assumendosi responsabilità. Mando tutto agli organi inquirenti anche perché la Regione e lo stesso manager si rifiutano di venire in consiglio comunale mentre non perdono tempo a incontrare comitati anche dentro i bar". 

Il riferimento è all'incontro di venerdì scorso tra l'assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì, Schael e il Comitato a tutela dell'ospedale e la successiva partecipazione della stessa esponente alla tappa di Vasto di Matteo Salvini. Sul nosocomio vastese sembra essere alle porte una nuova crisi tra istituzioni senza esclusione di carte bollate.

di Antonino Dolce (a.dolce@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi