"Aqualand, cos’altro dovrebbe fare la Regione? Il Comune tuteli i posti di lavoro" - Centrodestra all’attacco dopo la presa di posizione di due liste di maggioranza
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 29/06

"Aqualand, cos’altro dovrebbe fare la Regione? Il Comune tuteli i posti di lavoro"

Centrodestra all’attacco dopo la presa di posizione di due liste di maggioranza

Vasto: consiglieri comunali di centrodestraDi cosa parliamo - La presa di posizione di Avanti Vasto e Patto con Vasto, due liste civiche di centrosinistra che sostengono l'amministrazione comunale, suscita la reazione del centrodestra. I quattro consiglieri comunali delle due liste civiche lanciano l'allarme sulla riapertura del parco aquatico Aqualand del Vasto, di proprietà del Comune e gestito da una società privata: sono trascorsi 15 giorni dall'incontro col presidente della Regione, Marco Marsilio, ma la struttura è ancora chiusa. Per questo, chiedono all'amministrazione Menna di sollecitare il governo regionale a intervenire. Una richiesta che scatena la replica stizzita dei sette consiglieri comunali di centrodestra.

VASTO - "Siamo contenti che, come noi, anche alcuni consiglieri di maggioranza, a differenza ed in contrasto con il gruppo del Pd, abbiano a cuore la riapertura del nostro Parco Acquatico e il rispetto della convenzione da parte del concessionario", scrivono in una nota Francesco Prospero e Vincenzo Suriani di Fratelli d'Italia, Davide D'Alessandro e Alessandra Cappa (Lega), Alessandro d'Elisa (gruppo misto), Edmondo Laudazi de Il Nuovo Faro e Guido Giangiacomo di Forza Italia. "Nel contempo, però, non comprendiamo cosa dovrebbe fare la Regione per facilitarne la riapertura. Infatti, la Regione Abruzzo ha emanato con largo anticipo i protocolli di sicurezza per i parchi tematici, rendendosi disponibile a rivederli  in alcune parti, previo esame delle  proposte dei gestori.

Da allora - affermano i rappresentanti del centrodestra - Aqualand del Vasto non ha inviato alla Regione alcuna proposta, mentre il Parco Onda Blu della vicina Tortoreto ha confermato l’apertura per il prossimo 4 luglio. È evidente, allora, che la mancata apertura non sarebbe legata ad alcuna impossibilità oggettiva all’esercizio dell’attività, ma ad una mera scelta imprenditoriale del gestore in violazione del periodo minimo di apertura stagionale previsto in convenzione (1° luglio-31 agosto). Invitiamo, pertanto, l’amministrazione Menna e per lei i consiglieri di maggioranza che, a differenza di quelli del Pd, hanno a cuore la riapertura del Parco, a sollecitare il gestore al rispetto della convenzione per tutelare l’occupazione, l’economia del territorio e il nostro patrimonio comunale".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi