Furti in cantine, garage e negozi di alimentari: 43enne ai domiciliari - Ricostruiti dai carabinieri furti messi a segno tra settembre 2019 e marzo 2020
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 27/06

Furti in cantine, garage e negozi di alimentari: 43enne ai domiciliari

Ricostruiti dai carabinieri furti messi a segno tra settembre 2019 e marzo 2020

I carabinieri della Compagnia di Vasto hanno identificato e arrestato l'autore di una lunga serie di furti messi a segno in garage, cantine e negozi di generi alimentari di Vasto e San Salvo. Le indagini, coordinate dal sostituto procurare Michele Pecoraro, hanno portato alla misura cautelare degli arresti domiciliari, firmata dal gip Anna Rosa Capuozzo, per G.A., 43enne vastese, già noto alle forze dell'ordine. 

Secondo i militari "l’uomo tra settembre dello scorso anno e marzo 2020, si era reso responsabile di decine di furti tra box, scantinati e esercenti di generi alimentari tra Vasto e San Salvo. Ora dovrà rispondere di furto aggravato, ricettazione e possesso ingiustificato di chiavi e grimaldelli. L’indagine che ha portato all’emissione del provvedimento parte da un’analisi delle molteplici denunce sporte dalle vittime, che sono apparse sin da subito legate da un unico filo conduttore", spiega il maggiore Amedeo Consales, comandante della Compagnia carabinieri di Vasto.

Attraverso i sopralluoghi, la raccolta delle testimonianze delle vittime e delle persone informate sui fatti, l’acquisizione delle immagini della videosorveglianza pubblica e privata, fino alla puntuale analisi del modus operandi e degli obiettivi, "è stato possibile attribuire a G.A. la regia e l’esecuzione della serialità dei furti".

Negli ultimi mesi erano stati rubati da garage e cantine diverse tipologie di beni: "un televisore da 55 pollici, oltre duecento litri di olio extravergine d’oliva, passate, conserve e quant’altro, che lo stesso, subito dopo la commissione del furto, ricettava in cambio di dosi di sostanza stupefacente. Ma il soggetto non si era limitato a colpire gli appartamenti dei residenti. Anche i titolari di alcuni supermercati hanno denunciato furti di generi alimentari".

L'uomo era stato sottoposto anche ad un avviso orale del Questore di Chieti, su richiesta della Compagnia carabinieri, ma nello stesso giorno di notifica della misura "veniva immortalato lo stesso giorno della notifica del provvedimento, dalle immagini della videosorveglianza, mentre asportava vari generi alimentari da un’abitazione.

Ancora una volta - commenta il maggiore Consales -, il senso civico e la collaborazione dei cittadini si sono dimostrati determinanti nell’opera di ricostruzione dei fatti-reato da parte delle forze dell’ordine, e ad assicurarne gli autori alla giustizia". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi