Dopo le proteste di Racciatti e Colonna, partono i lavori sulla Sp 150 - Tre giorni fa le rimostranze dei sindaci di Guilmi e Carpineto Sinello
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Guilmi   Attualità 26/06

Dopo le proteste di Racciatti e Colonna, partono i lavori sulla Sp 150

Tre giorni fa le rimostranze dei sindaci di Guilmi e Carpineto Sinello

Dopo le veementi proteste di Carlo Racciatti e Antonio Colonna, rispettivamente sindaci di Guilmi e Carpineto Sinello, stamattina sono comparsi i primi mezzi sulla Sp 150.

Tre giorni fa, i due primi cittadini avevano lamentato le lungaggini per l'avvio degli interventi sulla strada martoriata da buche e dissesto nonostante l'aggiudicazione dei lavori da parte dell'ente appaltatore (il Comune di Schiavi d'Abruzzo) avvenuti da tempo (i fondi sono quelli del Masterplan, LEGGI). Per sopperire al mancato avvio del cantiere, sono stati i mezzi comunali a cercare di rendere meno critiche le condizioni della sede stradale.

La Provincia di Chieti, dopo le rimostranze dei due, ha spiegato che la ditta affidataria è impegnata in un altro Comune e che il cronoprogramma non ha subito rallentamenti.
La coincidenza temporale, però, non convince i sindaci che da settimane pressavano i vari attori coinvolti: "Serviva l'articolo di zonalocale.it probabilmente per far partire i lavori, ringraziamo il presidente della Provincia di Chieti, Mario Pupillo, per la sua celerità". 

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro

      Necrologi


        Chiudi
        Chiudi