Cani al mare, a Vasto dedicate tre spiagge agli animali d’affezione - Divieto di accesso negli altri tratti
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


5 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 21/06

Cani al mare, a Vasto dedicate tre spiagge agli animali d’affezione

Divieto di accesso negli altri tratti

A partire dal 13 giugno, giorno d'inizio della stagione balneare, gli animali d'affezione possono accedere solo in tre tratti della spiaggia libera vastese anche se muniti di museruola. A stabilirlo è l'ordinanza n. 249 del sindaco Francesco Menna. Dalle limitazioni d'accesso sono esclusi i cani-guida e quelli muniti di brevetto per il salvataggio in mare; inoltre, non valgono per i tratti gestiti dagli stabilimenti balneari (ovviamente l'ingresso in questi ultimi è a discrezione dei gestori).

Quest'anno le spiagge dove è consentito portare cani e gatti sono:
- Mottagrossa, in corrispondenza dello spazio adibito a parcheggio, direzione nord, con 100 metri di fronte mare e profondità media di 12 metri;
- a sud del torrente Lebba con 100 metri di fronte mare e profondità media di 10 metri;
- la parte finale del lungomare "Cordella", nelle vicinanze della Bagnante, con 37 metri di fronte mare e profondità media di 9 metri.

Le zone citate saranno indicate con apposita cartellonistica e per potervi accedere i proprietari gli animali devono essere muniti di certificazione sanitaria o del libretto delle vaccinazioni (se non in regola, l'animale non potrà entrarvi) e di microchip o tatuaggio d'identificazione. Ai trasgressori potrà essere comminata una sanzione amministrativa che va da 25 a 500 euro.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi