Suor Maria Laura Mainetti sarà beata. Fu educatrice a Vasto all’Istituto Figlie della Croce - Uccisa da 3 minorenni per un rito satanico, chiese perdono per le assassine
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


29 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 20/06

Suor Maria Laura Mainetti sarà beata. Fu educatrice a Vasto all’Istituto Figlie della Croce

Uccisa da 3 minorenni per un rito satanico, chiese perdono per le assassine

Suor Maria Laura Mainetti (foto da diocesidicomo.it)Suor Maria Laura Mainetti sarà beata. Lei, che amava i giovani e li aiutava a uscire da gravi problemi, da tre giovani fu uccisa il 6 giugno del 2000. Il suo percorso di vita dedicato agli altri fece tappa a Vasto: dal 1960, quando aveva 21 anni, al '62 fu educatrice dell'Istituto Figlie della Croce.

Il processo di beatificazione giunge al termine a vent'anni dall'assassinio. Lo ha annunciato Papa Francesco al cardinale Angelo Becciu, prefetto per le cause dei Santi. 

L'uccisione della suora 61enne scosse l'Italia. La superiora del convento di Chiavenna fu attirata con una falsa richiesta d'aiuto da tre ragazze, due diciassettenni e una sedicenne, in un viottolo buio vicino a un parco e poi colpita prima con un sampietrino e subito dopo con 19 coltellate. Le tre responsabili del delitto, nel confessare l'atroce gesto, raccontarono che la religiosa, negli attimi prima di morire, aveva chiesto a Dio di perdonare le sue assassine. La uccisero "per fare qualcosa di diverso dal solito", dissero le tre minorenni. Una di loro fu condannata a 12 anni e 4 mesi, le altre due a 8 anni e mezzo di reclusione. Scontata la pena, hanno cambiato vita, nome e luogo di residenza.

Nata nel 1939 a Colico, in provincia di Lecco, Maria Laura Mainetti era l'ultima di dieci figli e, dalla nascita, rimase orfana di madre. A vent'anni prese i voti e il ruolo di educatrice a Vasto, Roma e Parma. Quindi le fu affidata la direzione del convento delle Figlie della Croce di Sant'Andrea a Chiavenna. Assistere i giovani problematici fu la sua missione. Il 6 giugno del 2000 le arrivò una telefonata a tarda sera: una ragazza, che diceva di essere rimasta incinta dopo uno stupro, le chiedeva aiuto. Suor Maria Laura uscì subito e raggiunse la stradina in cui trovò la morte. Uccisa per un rito satanico, "in odio alla fede", ha stabilito Papa Francesco. Il processo di beatificazione, iniziato nel 2005, è terminato. Suor Maria Laura sarà Beata Maria Laura Mainetti.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi