Gli arrestati in Abruzzo passeranno 14 giorni nel carcere di Vasto per l’osservazione anti Covid-19 - I sindacati non ci stanno e proclamano lo stato di agitazione
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 17/06

Gli arrestati in Abruzzo passeranno 14 giorni nel carcere di Vasto per l’osservazione anti Covid-19

I sindacati non ci stanno e proclamano lo stato di agitazione

Le persone arrestate in Abruzzo saranno trasferite nella casa lavoro di Torre Sinello a Vasto dove resteranno in osservazione per 14 giorni per contenere il rischio di diffusione del coronavirus. La decisione presa dal provveditore regionale Lazio, Abruzzo e Molise suscita più di un timore tra i lavoratori dell'istituto di pena che proclamano lo stato di agitazione parlando di "ennesimo e grave atto unilaterale".

"Questa volta l'amministrazione penitenziaria, senza preventivo coinvolgimento delle rispettive rappresentanze sindacali di comparto, ha individuato nella casa Lavoro di Vasto quale sede ricettiva da destinare alle persone arrestate di tutta la regione Abruzzo, che dovranno essere tenute in osservazione quale misura di contenimento nella diffusione del Covid-19. Questa decisione, tra l’altro presa in modo repentino dal provveditore regionale per le regioni Lazio, Abruzzo e Molise, senza adeguati provvedimenti a supporto, crea pregiudizio alle già esigue risorse di personale, carenti del 30% circa, con ricadute peggiorative sull’organizzazione del lavoro, di sicurezza sanitaria che interessa oltre gli interessati, le proprie famiglie e più in generale tutta la città di Vasto".

I sindacati (Sappe, Uil, Cnpp, Osapp, Cgil, Cisl) in modo unitario hanno così proclamato lo stato di agitazione "e la conseguente protesta dell’astensione della fruizione della mensa di servizio, non escludendo altre azioni più eclatanti, qualora l’amministrazione non porrà in essere adeguati e urgenti provvedimenti tesi al rispetto delle regole, delle prerogative del personale e risorse necessarie a garanzia dell’incolumità di tutti operatori".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi