Castaldi: "Il focolaio di Vasto è sotto controllo e il contagio è in via di estinzione" - Il sottosegretario: "Costante contatto con prefetto, Regione, Provincia e Comune"
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 14/06

Castaldi: "Il focolaio di Vasto è sotto controllo e il contagio è in via di estinzione"

Il sottosegretario: "Costante contatto con prefetto, Regione, Provincia e Comune"

Gianluca Castaldi"I numeri rilevanti mostrano un netto miglioramento ed il pieno controllo della situazione: il contagio è rimasto circoscritto ed è in via di estinzione", ma bisogna mantenere "la giusta cautela e il dovuto rispetto delle regole", sia pure "senza timori ingiustificati ed eccessivi". Gianluca Castaldi, sottosegretario ai Rapporti col Parlamento, fa il punto della situazione sul contagio da coronavirus a Vasto.

"Il prefetto Giacomo Barbato - racconta - mi ha comunicato (unitamente al presidente della Regione, all'assessore alla Sanità, al presidente della Provincia, al sindaco di Vasto) gli aggiornamenti sul focolaio epidemico di Covid-19 rilevato nei giorni scorsi a Vasto.

I numeri rilevanti mostrano un netto miglioramento ed il pieno controllo della situazione: il contagio è rimasto circoscritto ed è in via di estinzione. Questo è anche il risultato delle misure di sorveglianza adottate. Le misure di controllo e di presidio prese hanno funzionato bene ma resta valido, certamente, l'invito a non abbassare la guardia e ad essere prudenti.

Sono state prese decisioni razionali e basate sui dati reali di Vasto, sempre al di sotto della media di quelli abruzzesi, per non parlare di altri territori italiani: istituire una zona rossa non era necessario, come è apparso subito evidente. Avrebbe avuto, tra l'altro, come unico e non desiderato risultato quello di danneggiare ulteriormente il nostro turismo. La situazione attuale ci dice che possiamo continuare con le misure che fino ad oggi si sono rivelate efficaci e, pian piano, allentarle. Se i numeri dovessero cambiare, si rifletterà velocemente su nuovi interventi, ma sempre in linea con la ragione e i dati scientifici, non con la paura e la propaganda politica, come quella di chi, per la situazione determinatasi, invocò l'intervento dell'esercito".

"La situazione resta costantemente monitorata: continuiamo quindi a vivere le nostre vite con la giusta cautela e il dovuto rispetto delle regole, ma senza timori ingiustificati ed eccessivi".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi