L’appello del WWF: "Fermare subito l’abbattimento dei pini del quartiere San Paolo" - "Il Comune applichi regolamento del verde urbano"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


5 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Ambiente 13/06

L’appello del WWF: "Fermare subito l’abbattimento dei pini del quartiere San Paolo"

"Il Comune applichi regolamento del verde urbano"

Continuano le proteste relative all'abbattimento dei pini in alcune zone di Vasto. [LEGGI] Al disappunto dei residenti del quartiere San Paolo, che hanno definito "uno scempio", il provvedimento dell'amministrazione comunale, si aggiunge quello del WWF Zona Frentana e Costa Teatina.

"Dopo le capitozzature dei tigli in Corso Mazzini - si legge in un comunicato -, il Comune di Vasto non ferma la sua politica a danno degli alberi della città. Ora tocca ai pini di Via Ritucci Chinni, nel quartiere di San Paolo. L'amministrazione comunale di Vasto la chiama riqualificazione. In realtà di tratta dell'abbattimento di diversi esemplari di pini domestici perfettamente sani ed alti circa 10 metri perché si necessita di ricostruire il manto stradale e i marciapiedi dell'area".

"Vi è questa incapacità nell'intervenire per ripristinare marciapiedi ed asfalti senza l’abbattimento di alberi importanti per la comunità - dichiara il presidente dell'associazione, Fabrizia Arduini -. Il Comune di Vasto non si è ancora dotato di un regolamento del verde urbano. È dal 2007 che esiste una proposta nella disponibilità degli amministratori comunali ma evidentemente non vi è interesse nel dare regole precise nel settore della manutenzione e protezione del verde urbano. Vasto rimane uno dei pochi Comuni abruzzesi a non essersi ancora dotato di questo prezioso strumento di pianificazione".

E il WWF lancia l'appello: fermare subito l’abbattimento dei pini nel quartiere San Paolo, ricordando che "in questo periodo non è possibile effettuare potature o abbattimenti di alberi perché siamo ancora in fase di nidificazione di diverse specie che sono tutelate dalla normativa vigente - affermano -. Chi abbatte alberi con nidi o pulli rischia di essere denunciato penalmente all’Autorità Giudiziaria. In generale, abbattere gli alberi non dovrebbe essere mai la scelta da fare, per il ruolo sociale e culturale che rivestono".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Chiudi
Chiudi