"Nel lockdown non siamo stati fermi. Com’è possibile non accorgersi del grande cuore della scuola?" - Lettera della dirigente Maria Pia Di Carlo per rispondere alle proteste di una mamma
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


23 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 10/06

"Nel lockdown non siamo stati fermi. Com’è possibile non accorgersi del grande cuore della scuola?"

Lettera della dirigente Maria Pia Di Carlo per rispondere alle proteste di una mamma

Maria Pia Di CarloDalla dirigente dell'Istituto comprensivo Rossetti di Vasto, Maria Pia Di Carlo, riceviamo a pubblichaimo una lettera di risposta alla mamma di un'alunna della scuola Santa Lucia, che aveva espresso tutto il suo dispiacere per il saluto solo virtuale tra insegnanti e alunni in occasione dell'ultimo giorno di scuola [LEGGI].

"Carissima mamma, la presente quale risposta alla Sua, che mi lascia alquanto perplessa, ma che mi offre anche l’opportunità per alcune riflessioni utili a Lei ed a tutti coloro che non conoscono il contesto di lavoro dell’Istituto Comprensivo 'Gabriele Rossetti'. Nel nostro territorio la Scuola dell’Infanzia 'Santa Lucia' è notoriamente frequentatissima e molto richiesta dalle famiglie. La riprova sono le liste di attesa che annualmente si registrano. Un motivo ci sarà pure! Lo spirito di accoglienza e di attenzione alle tante esigenze dell’utenza? La professionalità del personale docente? La cortesia e la disponibilità delle collaboratrici scolastiche? Tutte queste cose insieme naturalmente, che vanno sotto il nome di 'Qualità del servizio scolastico'.

L’emergenza Covid-19, ha fatto emergere in modo ancor più evidente la serietà e l’impegno delle insegnati della 'Santa Lucia', così come le identiche qualità dei docenti degli altri ordini di scuola : la Primaria 'Luigi Martella' e la Secondaria di I° Grado 'Gabriele Rossetti'. Peccato che Lei queste cose non le consideri nel loro vero valore! Forse a causa del suo intenso lavoro. Forse perché non ha avuto modo di mantenersi in contatto con le tante mamme contentissime delle numerose attività educative proposte dalle maestre anche in modalità Didattica a Distanza. Quelle mamme le avrebbero detto quanto si ritengono fortunate nel poter contare su un corpo docente che dal 4 marzo ad oggi ha tempestivamente organizzato videolezioni, video-laboratori, collegamenti on-line con i genitori con l’intento di accorciare le distanze e di far sentire i loro amatissimi bambini ancora 'a scuola'. Queste mamme le avrebbero raccontato come si sia creato un rapporto di reale vicinanza tra le insegnanti e le famiglie anche per offrire loro il necessario supporto per organizzare le attività educative a casa in una dimensione creativa e gioiosa utilizzando un tablet, un Ipad oppure un cellulare, strumenti utili per conservare viva ed efficace la relazione educativa di sempre.

Quindi l’impiego di piattaforme, la creazione di una classroom, la digitalizzazione di materiale didattico (video-letture, percorsi psicomotori, video-laboratori creativi) hanno impedito che la nostra scuola restasse 'ferma'. Tutto ciò è possibile grazie ad una continua formazione delle docenti con il supporto delle mie collaboratrici Angelica Scarpa e Debora Cecchini, con le preziose consulenze dell’Animatore Digitale, prof. Emma Columbro, sempre disponibili a fornire indicazioni operative a tutti i genitori e persino ai nonni (che hanno imparato a far funzionare le tecnologie in modo semplice). Pensi che abbiamo distribuito 65 dispositivi informatici, distribuiti gratuitamente alle famiglie con assistenza e consulenza inclusa! Bastava chiedere aiuto al personale scolastico ed alla sottoscritta attraverso i nostri mille canali (sito I.C. Rossetti, mail istituzionale, telefono diretto del Dirigente presente sul sito)! Ora mi chiedo: com’è possibile che le sia sfuggito tutto ciò? Com’è potuto accadere che non si sia accorta di questo 'Grande Cuore' che pulsa nella nostra Scuola? Intelligenza, capacità di adattamento e resilienza sono gli ingredienti indispensabili per affrontare con serenità questa situazione emergenziale e, citando Maria Montessori, 'i bambini piccoli possiedono una capacità di adattamento sconosciuta a qualunque adulto'. Forse da un dialogo più intenso e continuo con le insegnanti avrebbe potuto comprendere come la Scuola dell’Infanzia 'Santa Lucia' non si sia mai 'chiusa', e che il lockdown Covid-19 ha costituito per le nostre bravissime docenti una preziosa opportunità per continuare a camminare insieme ai loro piccoli alunni attraverso strategie educative innovative e funzionali allo sviluppo dell’apprendimento anche a distanza. Per quanto concerne il recupero dei materiali didattici, ciò sarà possibile al termine dei lavori in corso alla 'S. Lucia' per il rifacimento del tetto ed altri interventi di manutenzione da parte del Comune. Colgo l’occasione per ringraziare l’Amministrazione Comunale per l’attenzione che sta dedicando ai tre plessi dell’ Istituto Comprensivo 'G. Rossetti' con sostanziali interventi di manutenzione e messa a norma per rendere le nostre scuole più sicure ed accoglienti. E la chiama questa 'una scuola ferma'?

Ritengo sia il caso di acquisire più corrette e complete informazioni prima di trarre conclusioni affrettate ed inopportune in quanto onestà intellettuale vuole che sia detto un 'grazie' a chi si occupa della formazione di migliaia di bambini. Invece voglio ringraziare le circa 1500 famiglie che apprezzano l’impianto del nostro Curricolo Scolastico Verticale e Continuo in modo da garantire un costante sviluppo degli apprendimenti e delle competenze nei tre ordini di scuola grazie all’acclarata professionalità dei nostri docenti e di tutto il personale scolastico. Auguro a Lei ed alla Sua famiglia buone e rilassanti vacanze in attesa di un nuovo anno scolastico all’insegna di una ritrovata normalità e serenità".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi