Perdita d’acqua sulla Loggia Amblingh, residenti temono il dissesto e chiedono indagine del Comune - Palmer su quartiere Santa Maria:"Amministrazione torni a dar vita al centro storico"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 02/06

Perdita d’acqua sulla Loggia Amblingh, residenti temono il dissesto e chiedono indagine del Comune

Palmer su quartiere Santa Maria:"Amministrazione torni a dar vita al centro storico"

Perdita d'acqua Loggia AmblinghSono numerose le segnalazioni dei cittadini vastesi, in merito alle problematiche del centro storico, volte a sollecitare l'intervento degli enti preposti.

Nicola D'Adamo, presidente dell'associazione vastese della stampa, torna sulla questione Loggia Amblingh che, dichiara, "viene spesso nominata per paventati pericoli di dissesto, ma di interventi non se ne vedono".

"Oggi - afferma -, vogliamo segnalare una perdita di acqua in due punti delle arcate della Loggia lungo la discesa di Porta Catena. Non si sa se è acqua sorgiva, acqua di fogna o della rete idrica. Chiediamo a Comune e Sasi un'indagine rapida, perché una tale perdita potrebbe creare seri problemi di tenuta dell'alto muraglione della Loggia tra Casa Rossetti e Porta Catena".

D’Adamo coglie l’occasione per "ricordare tutti i problemi della zona di Loggia Amblingh, che attendono una soluzione: il cedimento della pavimentazione vicino l’edicola della Madonna della Catena, la necessità di trovare una soluzione per bloccare l'erosione continua del tufo del costone che rende precaria la tenuta della passeggiata panoramica, la riparazione dello sprofondamento verificatosi all'inizio della discesa di Porta Catena e lo stasamento dei fori drenanti lungo il muro di via Fonte Joanna sotto Loggia e piazza Marconi".

Orlando Palmer, segretario provinciale del Movimento Iustitia Nova, solleva il problema del recupero sociale del quartiere Santa Maria.

"Sollecitato da molti residenti per il degrado commerciale e abitativo che vive il centro storico della nostra città - dichiara Palmer -, rivolgo un invito alla giunta comunale e in particolare all'assessore Luigi Marcello, affinché il quartiere Santa Maria torni allo splendore delle sue origini, quando c'erano vita ed economia. So che l'impresa è difficile, soprattutto in un momento come quello che stiamo vivendo, ma bisognerebbe smettere di pensare all'urbanizzazione periferica e tornare a dar vita al centro storico".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi