La Cgil (ri)suona il campanello d’allarme su Pilkington e Denso - Stamattina incontro tra sindacati e dirigenza della fabbrica del vetro
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

La Cgil (ri)suona il campanello d’allarme su Pilkington e Denso

Stamattina incontro tra sindacati e dirigenza della fabbrica del vetro

La Cgil di Vasto torna a suonare il campanello d'allarme sulla situazione di Pilkington e Denso rispolverano un intervento sulle due multinazionali di due anni fa. Era l'aprile 2018 quando il segretario generale dell'organizzazione sindacale, Germano Di Laudo, incalzò istituzioni e dirigenza chiedendo loro chiarezza sul futuro nel territorio.

Lo scenario rispetto all'epoca è stato ulteriormente complicato dalla pandemia, "Ciò che dicevamo due anni fa in queste settimane è tornato al centro dell’agenda economica e politica a seguito della crisi legata all’epidemia da Covid-19 – dice oggi Carmine Torricella, responsabile della Cgil di Vasto – Crediamo che il contenuto del nostro comunicato [LEGGI] sia più attuale che mai e debba interpellare le coscienze di chi in questi anni ha guardato il dito e non la luna e solo ora, speriamo non fuori tempo massimo, si accorge che è difficile far rientrare i buoi nella stalla una volta scappati. Crediamo che sia strategico tentare di governare e anticipare i processi piuttosto che subirli, anche per non dare la sgradevole impressione di suonare uno spartito di altri". 

Stamattina, intanto, alla Pilkington è in programma un incontro tra i sindacati e la dirigenza della multinazionale del vetro. Sarà l'occasione per fare il punto dopo le prime settimane di ripartenza durante le quali uno dei forni Float è stato messo in veglia fino a fine agosto [LEGGI].

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi