Pd di Vasto senza leader, segreteria regionale nomina un comitato di cinque reggenti - Circolo affidato a Giangiacomo, Pollutri, Lembo, Della Gatta e Bosco
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


15 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 26/05

Pd di Vasto senza leader, segreteria regionale nomina un comitato di cinque reggenti

Circolo affidato a Giangiacomo, Pollutri, Lembo, Della Gatta e Bosco

Vasto, piazza del Popolo: la sede del PdIl Partito democratico di Vasto, senza segretario da 107 giorni, viene affidato a una pentarchia. Lo ha deciso la segreteria regionale. Cinque reggenti: Fabio Giangiacomo, Angelo Pollutri, Simone Lembo, Nicola Della Gatta e Anna Bosco.

Saranno loro a traghettare il circolo di piazza del Popolo in questa fase emergenziale dopo le dimissioni di Luciano Lapenna. L'ex sindaco il 9 febbraio scorso ha rinunciato alla carica di segretario, assunta il 21 ottobre del 2017 in un partito che solo sul suo nome era riuscito a siglare una tregua riempiendo il vuoto creato dalle dimissioni di Antonio Del Casale che, nel giro di quattro mesi, aveva lasciato prima la segreteria e poi la Giunta.

Il segretario regionale del Pd, Michele Fina, ha inviato il 22 maggio una lettera in cui spiega agli iscritti le sue decisioni: "Care e cari tutti, alla luce delle dimissioni del segretario del Circolo, dei confronti che abbiamo tenuto e, soprattutto, delle prossime elezioni comunali che rivestono un rilievo regionale, chiediamo ad un comitato reggente di guidare la prossima fase. Del comitato fanno parte: Fabio Giangiacomo, Angelo Pollutri, Simone Lembo, Nicola Della Gatta ed Anna Bosco. A breve faremo, nelle modalità possibili, un incontro con tutti gli iscritti".

Dunque i vertici abruzzesi del partito di Zingaretti affidano la transizione a una commissione politica in cui tornano a rivestire ruoli direttivi Fabio Giangiacomo, già capogruppo del Pd in Consiglio comunale e attuale responsabile regionale dem infrastrutture e trasporti, e Angelo Pollutri, che nel giugno 2018 si era dimesso da capo della segreteria del sindaco, Francesco Menna.

Una reggenza che non sembra neanche tanto provvisoria, visto che la missiva di Fina fa riferimento alle "prossime elezioni comunali" della primavera 2021. Quindi l'elezione del terzo segretario in quattro anni potrebbe anche slittare di un anno. Congelata per evitare divisioni e consentire a Menna di giocarsi la partita elettorale per il secondo mandato.

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi