Evitare assembramenti, ma in municipio lunghe code, poco spazio e serve segnaletica anti-Covid - Le segnalazioni degli utenti. Marcello: "Affrontiamo il problema"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Evitare assembramenti, ma in municipio lunghe code, poco spazio e serve segnaletica anti-Covid

Le segnalazioni degli utenti. Marcello: "Affrontiamo il problema"

Vasto: persone in coda ieri mattina davanti all'ingresso del municipioLa norma che impone di stare ad almeno un metro dagli altri deve essere rispettata ovunque, a partire dagli uffici pubblici e, più in generale, dai luoghi frequentati da molte persone. Questo non è accaduto ieri in municipio a Vasto. 

Cittadini in fila davanti all'ingresso degli uffici aperti al pubblico. Con la mascherina, ma uno vicino all'altro. Diverse le segnalazioni che Zonalocale ha ricevuto sulla coda, in alcuni momenti anche di 25 persone, tra il corridoio e il portone del Comune. 

Più di qualcuno fa notare che il rispetto della distanza interpersonale, imposta dalle norme di contenimento del contagio da coronavirus, non può essere demandato alla sola prudenza dei cittadini, ma vanno create le condizioni perché questo possa avvenire: più sportelli aperti al pubblico, sufficiente spazio per l'entrata e l'uscita degli utenti e segnaletica adeguata, anche ricorrendo ad adesivi per il distanziamento, come quelli incollati sugli autobus, che indichino alle persone dove aspettare il proprio turno. 

"Di questo problema segnalato - dice l'assessore ai Servizi civici, Luigi Marcello - parlerò a breve con la segretaria comunale", Anna Lucia Mascioletti.

Evitare gli assembramenti è la prima raccomandazione che i medici alle prese con la lotta al Covid-19 rivolgono ogni giorno a tutti.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi