"Dedicare il terminal bus a san Giovanni Paolo II, omaggio doveroso per un grande Papa" - La proposta dell’associazione Amici degli Anziani
Scopri di più CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Attualità 21/05

"Dedicare il terminal bus a san Giovanni Paolo II, omaggio doveroso per un grande Papa"

La proposta dell’associazione Amici degli Anziani

Intitolare il terminal bus di Vasto a San Giovanni Paolo II. È questa la proposta fatta al sindaco Francesco Menna e all'assessore Luigi Marcello, dall'associazione Amici degli Anziani. Richiesta già avanzata dai cittadini negli anni scorsi e che torna a farsi sentire nel 15° anniversario della morte di Papa Wojtyla.

"Pontefice amato in tutto il mondo, nei suoi quasi 26 anni e mezzo di Pontificato, ha scritto pagine importanti per l'intera umanità, costruendo ponti tra nazioni e religioni – si legge nella lettera a firma del presidente dell'associazione, Angelina Poli Molino –. Nella nostra città, nel corso degli anni, si è deciso di rendere omaggio ad altri grandi Papi e riteniamo quanto mai doveroso fare lo stesso con Giovanni Paolo II, che amava le montagne della nostra regione e che ha visitato l'Abruzzo nel 1983".

"La scelta del terminal bus non è casuale – sottolinea – ma, sulla scia di quanto già fatto per l’aeroporto di Cracovia-Balice e alla luce dei suoi viaggi in tutto il mondo, ci è parsa una scelta opportuna". E, rivolgendosi agli amministratori, dichiara: "Auspichiamo, qualora non riteniate condivisibile la nostra scelta, che possiate individuare la soluzione migliore per rendere omaggio a questo grande Papa".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi