Opere d’arte "messe in scena": alunni di San Salvo partecipano al progetto del Getty Museum - Protagonisti gli alunni della 4ªC della scuola primaria del Comprensivo 1
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Opere d’arte "messe in scena": alunni di San Salvo partecipano al progetto del Getty Museum

Protagonisti gli alunni della 4ªC della scuola primaria del Comprensivo 1

Gli alunni della classe 4ªC della Scuola Primaria dell’Istituto Comprensivo n.1 “Salvo D’Acquisto” hanno accolto con grande entusiasmo la sfida “Ricrea l’arte in casa” lanciata da Getty Museum di Los Angeles nel periodo di isolamento da tutti noi vissuto negli ultimi tempi. 

Si è trattato di un progetto che ha visto i bambini coinvolti nella “messa in scena” di opere famose utilizzando gli oggetti presenti in casa e anche...se stessi! I bambini si sono divertiti e hanno sprigionato tutta la loro creatività dando vita a vere e proprie opere d’arte. 

Questa iniziativa è risultata un valido strumento per avvicinare i più piccoli al mondo dell’arte, per conoscere opere e artisti famosi di ogni tempo in modo giocoso e creativo soprattutto in un periodo così particolare come quello che stiamo vivendo in questi mesi. 

È stata una bella occasione per accrescere la loro curiosità: con un pizzico di fantasia hanno indossato i panni dell’artista e allo stesso tempo dell’opera per scoprirne i particolari, i colori, le espressioni più vere e anche più buffe, imparare nomi quali Van Gogh, Manet, Dalì, Magritte, Botticelli, Leonardo ed apprezzarne le opere che li hanno resi grandi fino ai giorni nostri. Il dirigente scolastico prof.ssa Annarosa Costantini ha espresso grande soddisfazione per l’attività svolta dai piccoli studenti. 

L'insegnante

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi