Produzione a rilento alla Denso, si opta per il fine settimana lungo - Ordini ai minimi storici, i lavoratori venerdì a casa
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Produzione a rilento alla Denso, si opta per il fine settimana lungo

Ordini ai minimi storici, i lavoratori venerdì a casa

Fatturato in drastico calo e turni di lavoro ridotti alla Denso di San Salvo. Come previsto, tra i settori più danneggiati dall'emergenza Covid-19 c'è quello dell'automotive a causa di un mercato rimasto praticamente fermo per oltre due mesi (e già incerto in precedenza in attesa dell'auto elettrica). La situazione illustrata dall'azienda alle Rsu nell'incontro dell'altro ieri parla di un fatturato che nei mesi di maggio, giugno e luglio si assesterà sul 30% di quanto previsto prima della pandemia: uno scenario definito paragonabile solo a quello in tempo di guerra.

Per gran parte della forza lavoro della fabbrica di motorini di avviamento, quindi, i turni sono stati ridotti a sei ore e, a esclusione di alcuni reparti, il week end inizierà il venerdì quando si resterà a casa. Gli ordini dalle case automobilistiche sono crollati, tra i tagli più importanti si registrano quelli in Cina e Brasile. 
Ai turni già ridotti e al week end lungo si aggiunge, inoltre, la fermata nella settimana dal 25 al 29 maggio necessaria per l'inventario; si rientrerà al lavoro, pertanto, mercoledì 3 giugno, dopo il ponte festivo.

Tra i temi affrontati nell'incontro anche quello dell'applicazione delle norme per evitare assembramenti, tra queste le soluzioni da adottare per evitare assembramenti e file in uscita.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi