Polstrada e finanza salvano poiana e gufo su A14 e statale 16 - I due rapaci rischiavano di essere investiti dai mezzi in transito
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Ambiente 14/05

Polstrada e finanza salvano poiana e gufo su A14 e statale 16

I due rapaci rischiavano di essere investiti dai mezzi in transito

Il gufo salvato dai finanzieri e affidato alla Protezione civileUna poiana e un gufo reale sono stati salvati da polizia stradale e guardia di finanza sulle strade del Vastese.

"Nella mattinata di ieri - si legge in una nota della polstrada di Chieti - gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Vasto Sud hanno salvato da sicura morte una poiana che, ferita ad un’ala, giaceva in corsia di sorpasso dell’autostrada A14 nei pressi dell’uscita di Val di Sangro.

Gli agenti, al fine di mettere in salvo l’animale ed impedire possibili ripercussioni per la circolazione stradale, dopo aver bloccato il traffico veicolare, si sono avvicinati con cautela al rapace che, visibilmente disorientato, si continuava a spostare all’interno della carreggiata autostradale.

Utilizzando la giacca della divisa, riuscivano a coprirlo, recuperalo e metterlo in sicurezza. Il rapace veniva poi affidato al centro recupero fauna selvatica, per tutte le cure del caso".

Oggi sono state le Fiamme gialle a salvare un altro rapace: "Grazie con la G maiuscola - scrive la Protezione civile di Vasto sulla sua pagina Facebook - agli agenti della Guardia di Finanza del Nucleo mobile di Vasto per il salvataggio di questo splendido esemplare di Gufo Reale rimosso dalla carreggiata sulla statale 16 e scampato a morte certa. Domattina verrà prontamente trasportato dai nostri volontari presso il Centro Recupero Fauna Selvatica di Pescara per le cure e successiva re immissione in libertà".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi