La rotatoria è una jungla, protesta del comitato Protrignina contro la Provincia - Turdò interviene sull’erba alta all’ingresso di San Salvo
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

La rotatoria è una jungla, protesta del comitato Protrignina contro la Provincia

Turdò interviene sull’erba alta all’ingresso di San Salvo

L'erba alta ostruisce la visuale e immettersi nella rotatoria è un vero terno al lotto. Succede all'ingresso di San Salvo nello snodo di competenza provinciale che collega la zona industriale con gli accessi alla città, alle strade per Montalfano, Montenero di Bisaccia e allo svincolo della Statale "Trignina". 

A sollevare il problema è il presidente del comitato Protrignina, Antonio Turdò, che si rivolge alla Provincia di Chieti e all'amministrazione comunale di San Salvo: "Come si può evincere dalle foto fatte stamani l’erba ormai nasconde completamente la visuale. La rilevanza della strada è tale che nei programmi dei lavori di sfalcio dell’erba dovrebbe avere la priorità assoluta. Invito l’amministrazione comunale a unirsi a noi nel protestare per questo immobilismo. La Provincia, con tutte le aziende, presenti non avrà difficoltà a trovarne una interessata a tenere in ordine e pulita la rotatoria.

Siamo stanchi di tanto lassismo nei confronti di noi automobilisti sia nelle pulizie delle rotonde, sia nella segnaletica orizzontale e verticale, sia nei parcheggi e nei sensi unici disadorni, contrari ad ogni logica stradale che non mettono in nessun conto la sicurezza dei pedoni, di noi stessi e del traffico in genere. Una città che potrebbe essere gestita in modo armonico, ordinato e severo invece langue abbandonata e disadorna, caotica e sregolata. Confidiamo in un pronto intervento che eviti incidenti e danni morali, fisici ed economici a noi automobilisti vessati già da tante tasse e imposte di bollo ingiusti".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi