Magnacca ai più giovani: "Ci segnalano assembramenti di 15-20 persone, non si può" - Il sindaco di San Salvo lancia l’appello
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Magnacca ai più giovani: "Ci segnalano assembramenti di 15-20 persone, non si può"

Il sindaco di San Salvo lancia l’appello

Difficile non cedere alla tentazione di rivedere e intrattenersi con gli amici dopo il parziale allentamento delle restrizioni negli spostamenti e l'ok alle attività motorie, soprattutto per i più giovani. Così, il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca, lancia un appello agli adolescenti. 

Nel suo intervento, il primo cittadino afferma di aver ricevuto numerose segnalazioni su raggruppamenti nei luoghi di ritrovo della città: "Vi chiedo di non aggregarvi in numero esagerato, di non fare assembramenti come quelli che avete fatto in questi giorni e che tanti cittadini ci hanno segnalato, in 15, 20 nella villa comunale, nella pineta di San Salvo Marina, nei vari parchi".

"Non potete – continua Magnacca – la legge non lo consente per poter proteggere voi e la vostra città. Non potete aggregarvi in numeri così esagerati, dovete stare in modo più isolato, indossando le mascherine e non andando in due sulla moto perché lì la distanza non è rispettata o restando fino a mezzanotte nei giardini pubblici. Sono anche regole giuridiche, quindi siete sanzionabili. Non mettete nelle condizioni di multarvi le forze dell'ordine, poi le sanzioni le pagherebbero i vostri genitori". 

"Siete stati finora bravissimi, ma la storia del coronavirus non è un videogame o un film di fantascienza. Se non rispettate le regole basilari, salta tutto, anche la speranza che gli operatori commerciali hanno per poter riniziare a lavorare".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi