Il Nuovo Faro di Vasto: "Con questa giunta comunale la città non riparte" - "Ripensare l’organizzazione strutturale dell’amministrazione comunale"
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 07/05

Il Nuovo Faro di Vasto: "Con questa giunta comunale la città non riparte"

"Ripensare l’organizzazione strutturale dell’amministrazione comunale"

Edmondo Laudazi"Nella vita non sapremo mai come andranno a finire le cose, ma ricorderemo sempre come sono iniziate", così comincia il comunicato stampa, diramato questa mattina da Il Nuovo Faro di Vasto, dove si muovono diverse critiche all'amministrazione vastese accusata di non essere stata abbastanza innovativa nei metodi e nelle intenzioni: "Nel frattempo il nostro territorio è stato ulteriormente depredato: alla chiusura dell’Ospedale di Gissi e del Co.t.ir, allo scippo dell’ex Consorzio Industriale, hanno fatto seguito lo spoglio progressivo dell’Ospedale San Pio, lo scippo del Consorzio di Bonifica, del Ci.Ve.Ta., delle autolinee Cerella, etc, tutti affidati, per anni, ad improbabili gestioni commissariali o esterne al territorio. [...] Tutti i servizi comunali destinati al cittadino vastese sono ulteriormente peggiorati: mattatoio comunale dismesso; viabilità sconnessa e pericolosa; manutenzioni della segnaletica, del verde, dei parchi e dei giardini sempre in ritardo con i tempi; servizio idrico esoso ed in affanno perenne ed illuminazione pubblica a singhiozzo; erbe ed erbacce dovunque e spiaggia in abbandono; condizioni di vivibilità e di sicurezza disastrose, anche per l’evidente aumento delle nuove povertà. Il nostro Comune è diventato nemico dei suoi cittadini. [...] Ora si deve ripartire: occorrerebbe tutelare il ruolo e la funzione del nostro territorio; ripensare ed attuare una profonda riorganizzazione strutturale della macchina amministrativa comunale, accelerare i programmi di miglioramento e di bonifica ambientale, lanciare un programma di opere pubbliche e di progettazione concordata che promuova gli investimenti, assegnare le concessioni demaniali in vista della imminente stagione estiva, agevolare interventi nel Centro Storico, promuovere lo sviluppo del porto e la riconversione della area industriale lungo la Statale 16 per il terziario ed i servizi, lanciare un poderoso programma di edilizia economico-popolare convenzionata, dislocare e riorganizzare i mercati cittadini anche con le nuove regole di prevenzione, semplificare e deburocratizzare la nostra Vasto, curare le manutenzioni della città e la efficienza dei servizi , attuare il piano dei chioschi e dei dehors, incentivare le attività economiche che soffrono per la crisi, contrastare le nuove e le vecchie povertà , eccetera. "

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi