Operazione "Repulisti", scarcerato un indagato: resta solo il divieto di dimora - Gli avvocati: "Sicuri di dimostrare la sua estraneità ai fatti"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 03/05

Operazione "Repulisti", scarcerato un indagato: resta solo il divieto di dimora

Gli avvocati: "Sicuri di dimostrare la sua estraneità ai fatti"

Commissariato di Vasto: la conferenza stampa del procuratore Giampiero Di Florio, del questore Ruggiero Borzacchiello e dei vice questori Miriam D'Anastasio e Fabio Capaldo sull'operazione Repulisti"Il Gip del Tribunale di Vasto ha rigettato la richiesta di misura cautelare della custodia in carcere avanzata dalla locale Procura della Repubblica a carico di E.B., arrestato in flagranza di reato il 30 aprile 2020 e recluso presso l'Istituto Penitenziario di Chieti, disponendo a carico del medesimo il solo divieto di dimora presso il comune vastese". Lo comunicano in una nota gli avvocati Danilo Leva e Francesco Bitritto.

"Accolte le tesi difensive in merito alle ridotte esigenze cautelari ed alla sproporzionatezza della misura custodiale più afflittiva, la cui conferma, tra l'altro, era stata richiesta dalla Procura della Repubblica di Vasto nel corso dell'udienza di convalida celebratasi il 2 maggio.
Si fa rilevare, inoltre, che l'arresto non ha riguardato i delitti di estorsione ed usura".

Gli avvocati difensori esprimono "soddisfazione per l'esito di questa prima fase del procedimento: si alleggerisce sin da subito la posizione del nostro assistito e siamo sicuri di dimostrare la sua totale estraneità rispetto ai fatti di reato contestatigli".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi