Castello di Carpineto Sinello "ingabbiato", la Grippa (M5S) interroga il ministro Franceschini - "Che fine hanno fatto i fondi stanziati?"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Castello di Carpineto Sinello "ingabbiato", la Grippa (M5S) interroga il ministro Franceschini

"Che fine hanno fatto i fondi stanziati?"

Il castello ingabbiato di Carpineto SinelloI lavori non sono mai finiti e il castello di Carpineto Sinello da numerosi anni è ingabbiato e in abbandono. Per questo motivo la deputata vastese del Movimento 5 Stelle, Carmela Grippa, ha presentato un'interrogazione al ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini.

"L'interrogazione mira a conoscere i reali motivi che tengono ingabbiato tra pali metallici una struttura dal grande pregio architettonico e culturale come il Castello Bassi-D'Alannoe e capire quale sia stata la sorte dei finanziamenti che negli anni sono stati stanziati per la sua riqualificazione. Sono anni che i lavori sono fermi nonostante gli stanziamenti e lo stato di una vegetazione che si sta impadronendo di alcuni parti del castello sono un campanello d’allarme che invita ad intervenire per riportare alla sua originaria bellezza della costruzione del XIV secolo che dominava tutta la Vallata del Sinello. Quella dei piccoli borghi è un’Italia che esiste ed è vissuta da circa 11 milioni di cittadini e che con la sua ricchezza rappresenta oltre il 55% del territorio nazionale, fatto di zone di pregio naturalistico, parchi e aree protette. Spero di aggiornarvi quanto prima sugli sviluppi delle mie richieste. Il palazzo si trova in queste condizioni dopo che ormai mezzo secolo fa si verificò il crollo di un’ala della struttura, quando c’era una scuola elementare, fino a che le condizioni strutturali si sono oltremodo pregiudicate con il sisma dell’Aquila. Ci dobbiamo sentire tutti in dovere di riportare al suo splendore questo importante simbolo del nostro territorio".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi