Reti abusive in mare scoperte e rimosse dalla guardia costiera di Vasto - Anche 1.500 euro di sanzioni per violazioni al dpcm
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Vasto   Cronaca 28/04

Reti abusive in mare scoperte e rimosse dalla guardia costiera di Vasto

Anche 1.500 euro di sanzioni per violazioni al dpcm

La guardia costiera di Vasto, sotto il coordinamento della Capitaneria di porto di Ortona, nei giorni scorsi ha effettuato due operazioni che hanno portato alla rimozione e al sequestro di due reti da posta. Queste erano posizionate in maniera tale da occultarle ai controlli in quanto i previsti segnalamenti erano stati sostituiti da piccolissimi galleggianti.
I militari con l'uso della motovedetta CP 538 e del battello GC B 14 hanno rinvenuto le due reti: una di circa 100 metri si trovava a 20 metri dal pontile di Vasto Marina, la seconda di circa 250 metri era stata posizionata lungo la scogliera nelle vicinanze della foce del fiume Sinello.
"Le violazioni – spiegano dall'ufficio circondariale marittimo – hanno portato alla redazione di verbali per un totale di 4mila euro a carico di ignoti. Sono in corso indagini per individuare i responsabili degli illeciti". 

Le pattuglie via terra hanno invece perlustrato i circa 40 Km di litorale verificando e acquisendo le autocertificazioni di 63 persone e controllato cinque esercizi commerciali. Quest'attività di controllo ha portato all’elevazione di tre verbali per un totale di 1.466 euro per violazioni all’art. 1 comma 1 lettera a) del D.P.C.M. in vigore. 

Particolare attenzione, in virtù della collaborazione con il WWF, è stata prestata alle dune interessate dalla nidificazione del fratino per verificarne l’integrità e la salvaguardia dei luoghi di proliferazione della specie protetta. 

"Continuerà in maniera costante l’attività di controllo del litorale di giurisdizione del Circondario Marittimo e delle insistenti strutture ricettive portuali e demaniali, anche al fine di scoraggiare comportamenti in contrasto con le attuali disposizioni in materia di prevenzione al contagio e diffusione del virus Covid-19", concludono i militari. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi