Pilkington e Denso verso la riapertura il 4 maggio - Le grandi fabbriche si preparano alla Fase 2
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Pilkington e Denso verso la riapertura il 4 maggio

Le grandi fabbriche si preparano alla Fase 2

Cancelli delle grandi aziende del Vastese chiusi almeno per un'altra settimana a differenza della Sevel che ha annunciato il riavvio della produzione per lunedì prossimo [LEGGI].

I lavoratori dei tre stabilimenti della Pilkington (circa 2.500 tra sede centrale, Primo e Bravo) saranno coperti dalla cassa integrazione fino al 4 maggio. L'azienda ha comunicato oggi la nuova proroga. Le attività sono ferme in Primo e Bravo, i due stabilimenti satelliti, in quello centrale operano i lavoratori dei due forni float che in questo periodo producono, in perdita, vetro da rottamare (oltre ai servizi ausiliari e indispensabili per la sicurezza e la sorveglianza degli impianti).

Anche il fermo della vicina Denso, che occupa circa mille lavoratori nella produzione di motorini di avviamento, è destinato a continuare, le commesse sono al minimo. Con il mercato europeo praticamente fermo a causa della pandemia, restano pochi ordini verso Brasile e Argentina (soprattutto per Volkswagen e Mercedes), ma anche quelli sono momentaneamente bloccati. Si fa strada quindi, anche in questo caso, l'ipotesi di un ritorno al lavoro dal 4 maggio che probabilmente interesserà inizialmente il 50% delle maestranze. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi