Maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona, 31enne arrestato a San Salvo - Intervento dei carabinieri allertati dalla moglie
Scopri di più CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

San Salvo   Cronaca 23/04

Maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona, 31enne arrestato a San Salvo

Intervento dei carabinieri allertati dalla moglie

A siniostra, Amedeo ConsalesMaltrattamenti in famiglia e sequestro di persona. Sono le accuse che i carabinieri hanno formulato nei confronti di un 31enne originario dell'Est europeo e residente a San Salvo, arrestato ieri dai militari dell'Arma.

Ricostruisce l'accaduto il maggiore Amedeo Consales, comandante della Compagnia di Vasto: "Intorno alle 20 di ieri, la Centrale Operativa della Compagnia di Vasto, riceveva la richiesta d’intervento da parte di una donna la quale, a seguito di un violento litigio sorto con il marito convivente, che si trovava in forte stato di alterazione alcolica, veniva da questi sequestrata all’interno della propria abitazione e, alla presenza dei figli minori, minacciata con un coltello e alcuni attrezzi da lavoro", riferisce l'ufficiale.

"La pattuglia dei carabinieri di San Salvo, che in quel momento era impegnata in un servizio di controllo del territorio volto alla prevenzione e alla repressione dei reati in genere, raggiungeva immediatamente l’abitazione dei coniugi, dove era ancora in corso la lite. Tuttavia - scrive Consales in un comunicato - alla richiesta dei militari di farli entrare in casa, l’uomo si barricava al suo interno, sbarrando la porta di casa con alcuni arredi e tagliando le cinghie degli avvolgibili delle finestre. Temendo che la situazione potesse degenerare, veniva richiesto l’intervento dei vigili del fuoco di Vasto per un accesso forzoso. Il soggetto, che già nei giorni scorsi si era reso responsabile di altri atti di violenza domestica, intimava alla donna di non avvicinarsi alla porta d’ingresso. Solo dopo diverso tempo e anche grazie all’intervento del comandante di Stazione, nel frattempo intervenuto sul posto, l’uomo si calmava e concedeva alla donna di aprire alle forze dell’ordine. Una volta accompagnato in caserma per la compilazione degli atti di rito, avvisato il pm competente, Michele Pecoraro, l’uomo veniva dichiarato in stato di arresto e tradotto presso la casa circondariale di via Torre Sinello a Vasto, ove è attualmente trattenuto, in attesa della convalida della misura precautelare. Il trentunenne dovrà rispondere dei reati di maltrattamenti in famiglia e sequestro di persona".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi