"L’amministrazione comunale consenta l’attività motoria vicino casa a orari determinati" - Coronavirus, la proposta dei consiglieri Suriani e Prospero
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 19/04

"L’amministrazione comunale consenta l’attività motoria vicino casa a orari determinati"

Coronavirus, la proposta dei consiglieri Suriani e Prospero

Da sinistra, Vincenzo Suriani e Francesco Prospero (FdI)Consentire ai vastesi di svolgere attività fisica nelle vicinanze della propria casa a orari prestabiliti.

La richiesta è dei consiglieri comunali di Fratelli d'Italia, Vincenzo Suriani e Francesco Prospero: "Nonostante le precauzioni indispensabili, in linea con il Dpcm 10 aprile 2020, firmato dal presidente del Consiglio, a garanzia dell'equilibrio psicofisico delle persone, con l'arrivo della bella stagione, potrebbe essere consentita dall'attuale amministrazione comunale anche l'attività motoria all'aperto in solitario, in prossimità della propria residenza e/o domicilio, che dovrebbe essere permessa almeno in alcune fasce orarie estreme, ossia dalle 5 alle 8 e dalle 19 alle 22. Riteniamo che una regolamentazione simile possa contemperare la priorità del contenimento dei contagi e del distanziamento sociale con l'esigenza di preservare l'integrità psicofisica delle persone".

“Gli esperti ci confermano che dovremo convivere a lungo con questo virus, e di certo sarà necessario cambiare il nostro stile di vita. Ecco perché dobbiamo prepararci per iniziare una fase 2 di riapertura graduale, prevedendo - affermano Suriani e Prospero - degli aiuti per le attività commerciali, che non possono essere lasciate morire, e prevedendo cospicui aiuti per le famiglie e i cittadini, che, in parte, abbiamo proposto nell’ultimo Consiglio Comunale insieme alle altre forze del centrodestra, e che continueremo a proporre nei prossimi giorni. Riteniamo che sia necessario non abbassare la guardia, rispettare il distanziamento sociale e l’obbligo di uscire di casa dotati di mascherina. A questo proposito, occorre attivarsi affinché, come con i buoni pasto, anche le mascherine siano fornite alle persone sprovviste, in particolare ai più bisognosi, agli anziani e alle persone con immunodeficienze".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi