"Disgustoso leggere polemiche che non hanno nulla di scientifico sull’ospedale di Vasto" - La lettera aperta di Nagana Cupaiolo
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 16/04

"Disgustoso leggere polemiche che non hanno nulla di scientifico sull’ospedale di Vasto"

La lettera aperta di Nagana Cupaiolo

Sulle notizie più o meno ufficiali, alcune delle quali circolate nelle scorse sui social network, riguardanti l'ospedale di Vasto durante l'emergenza coronavirus interviene Nagana Cupaiolo, posizione organizzativa del centro regionale Sangue del "San Pio". 

"Trovo davvero disgustoso leggere polemiche che non hanno nulla di scientifico, ma tanto di politico, sulla gestione dell’emergenza coronavirus da parte della Asl Lanciano Vasto Chieti – scrive la Cupaiolo in una lettera aperta – Il lavoro che sta svolgendo il governo regionale e la Asl con a capo il direttore generale Thomas Schael, con tutte le difficoltà che purtroppo valgono per tutti, è invece straordinario. Leggere continui attacchi che non hanno nulla di collaborativo, da parte di esponenti politici che continuano una permanente campagna elettorale sulle sciagure e leggere cittadini che si ergono a paladini della sanità pubblica e che sono stati in silenzio per tutto il periodo nel quale, invece, l’ospedale di Vasto veniva spogliato di ogni servizio, è davvero ridicolo. Addirittura leggo che tutto verrebbe tenuto nascosto, che il 'San Pio da Pietrelcina' sarebbe una sorta di produttore di infetti: davvero vergognoso che si speculi in questo modo, che si crei allarme ingiustificato quando tutto è sotto stretto controllo e osservazione da parte di una Asl che sta profondendo un impegno straordinario. E dove la mettiamo la libertà dei dipendenti di dire la propria? Abbiamo vissuto anni, all’interno di questo ospedale, nel quale segnalare qualcosa significava oltraggiare qualcuno. Oggi no, non è così per fortuna. E così come io oggi posso raccontare che in questo ospedale lavoro tranquillamente, così come tanti altri primari, medici, portantini, operatori socio sanitari, così altri decidono invece di approfittare del momento per buttarla in politica. C’è chi lavora serenamente e in sicurezza e non ha bisogno di fare politica e chi, invece, preferisce fare sponda con chi negli anni scorsi ha distrutto l’ospedale di Vasto ed oggi vuole ergersi a paladino della salute. Questione di stile".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi