Il Sepolcro nella cappella dell’ospedale: sull’altare il messaggio di speranza "Ce la faremo!" - L’iniziativa di dottoressa e infermiera impegnate in rianimazione e sala operatoria
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 11/04

Il Sepolcro nella cappella dell’ospedale: sull’altare il messaggio di speranza "Ce la faremo!"

L’iniziativa di dottoressa e infermiera impegnate in rianimazione e sala operatoria

Anche nei giorni della Settimana Santa va avanti incessantemente l'attività dell'ospedale San Pio da Pietrelcina di Vasto. I medici, gli infermieri e tutto il personale sanitario, sia nei reparti per i pazienti Covid che nel resto dell'ospedale vastese, portano avanti il loro servizio per la comunità. E c'è chi, in questi giorni speciali, ha voluto fermarsi un momento per dare un segno di fede e di speranza nell'avvicinarsi alla Pasqua. 

Nella cappella dell'ospedale, dove dall'inizio dell'emergenza Coronavirus - e del lockdown che riguarda l'Italia - non è stato più possibile celebrare la messa. Nella serata di Giovedì è stato allestito un significativo Sepolcro. Sull'altare i dispositivi di protezione individuale utilizzati dal personale per proteggersi dal contagio, una sorta di armatura indossata ogni giorno per lavorare ogni giorno garantendo la sicurezza propria e delle persone ricoverate. E così, accanto al pane, simbolo dell'eucarestia - la cui istituzione si ricorda nella celebrazione del Giovedì Santo - hanno trovato posto mascherina, guanti e una serie di strumenti usati nel reparto di terapia intensiva e nelle sale operatorie per salvare vite umane con la scritta "Ce la faremo!".

Un forte gesto simbolico, realizzato dall'infermiera di sala operatoria Valeria Mercuri e dalla dottoressa della rianimazione Antonella D'Amico, che in questi giorni è stato apprezzato da chi, passando per il corridoi accanto alla cappellina, a pochi metri dal blocco operatorio e dalla terapia intensiva, si è fermato per qualche momento per raccogliersi in preghiera prima di proseguire nel lavoro.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 

Annunci di Lavoro

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi