Covid-19, secondo caso a Gissi. Chieffo: "Paziente del Pta residente in altro comune" - Il sindaco: "Oggi più che mai è necessario stare a casa e rispettare le norme"
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Gissi   Cronaca 11/04

Covid-19, secondo caso a Gissi. Chieffo: "Paziente del Pta residente in altro comune"

Il sindaco: "Oggi più che mai è necessario stare a casa e rispettare le norme"

Gissi"Mi è appena stata girata la Pec, inviata al Comune di Gissi dal responsabile del Dipartimento di prevenzione della Asl Lanciano–Vasto–Chieti, con la quale è stata comunicata la presenza di un paziente risultato positivo al Covid-19 presso il Pta di Gissi". È il sindaco di Gissi, Agostino Chieffo, a comunicare il risultato positivo del test del tampone su una persona ricoverata nell'ex ospedale e attuale presidio territoriale di assistenza. 

"Si tratta di una persona residente in un altro comune del circondario ed il sindaco del comune di residenza, insieme a me, ha già ricevuto la comunicazione di cui, come per legge, ha dato notizia alla cittadinanza. Mi sono immediatamente sentito con il responsabile del Pta, che mi ha assicurato che tutte le misure di contenimento necessarie sono state tempestivamente adottate, sia per il personale che per gli altri ospiti della struttura e che il paziente, che comunque sta bene e non presenta sintomi, sarà trasferito in giornata presso un reparto ospedaliero attrezzato per curare casi Covid–19. Gli organi competenti della Asl stanno ricostruendo i contatti stretti avuti dal paziente per l’applicazione delle necessarie misure di isolamento fiduciario domiciliare. Ricordo a tutti - raccomanda Chieffo - che oggi, più che mai, è assolutamente necessario rimanere a casa e rispettare scrupolosamente le prescrizioni".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi