Coltiva la Cultura: la testimonianza di Liliana Centofanti - Una giornata nel segno de L’Aquila e della memoria delle vittime del terremoto
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cultura 06/04

Coltiva la Cultura: la testimonianza di Liliana Centofanti

Una giornata nel segno de L’Aquila e della memoria delle vittime del terremoto

Secondo appuntamento all’interno di Coltiva la Cultura nella giornata del 6 Aprile 2020 in memoria delle vittime del terremoto dell’Aquila. Dopo la presentazione di Regina Blues, romanzo di Antonello Loreto [LEGGI], "con estrema gioia abbiamo raccolto la voce di Liliana Centofanti, per rinnovare il ricordo insieme e comprendere come il tempo agisce sulla memoria", spiegano i promotori dell'evento.

"Riprendere il filo delle parole, in questi giorni di isolamento, è l'arma più delicata da usare per accarezzare il silenzio che ne deriva e lasciare una traccia significativa nell'oblio, che troppo spesso sopraggiunge col passare del tempo. Quello stesso tempo che, invece, a volte sembra incombere e sconvolgere irrimediabilmente in pochi attimi la vita di chi se ne va, suo malgrado troppo presto, e la vita di chi resta, è l'unico mezzo per preservare quanto abbiamo e tramandarlo a chi vorrà farsene necessariamente (e coraggiosamente) carico. Ripopolare i vuoti, adornarli di vita e renderli centri propulsori di nuove esperienze, di rinnovata attenzione alla vita stessa, al proprio ed altrui rispetto, al rispetto di regole che non sono catene ma strumenti per costruire il presente e passare il testimone al futuro, è compito doveroso dei ragazzi di ieri, degli adulti di oggi ed un diritto inalienabile delle generazioni a venire. Il presente intervento s'inserisce in questo filone letterario e collettivo. Vuole essere un'ulteriore esperienza di resilienza, a conferma che non siamo soli, che da soli forse potremmo trovare la felicità ma non sapremmo con chi condividerla e farla fruttare. Che per fortuna siamo tutti sfacciatamente e meravigliosamente umani. The Queen is NOT Dead".

Guarda il video

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi