"Fare la spesa nel negozio più vicino, non ci si può spostare in altri comuni". Scattano le multe - Polizia locale, Del Moro: "Vietato dal Dpcm, sanzioni da 400 a 3mila euro"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


8 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 03/04

"Fare la spesa nel negozio più vicino, non ci si può spostare in altri comuni". Scattano le multe

Polizia locale, Del Moro: "Vietato dal Dpcm, sanzioni da 400 a 3mila euro"

Vasto: posto di blocco istituito nei giorni scorsi dalla polizia locale sulla strada provinciale Istonia"Andare a fare la spesa in un comune limitrofo non costituisce valido motivo di spostamento. Per l'acquisto dei beni di prima necessità, bisogna servirsi del punto vendita più vicino alla propria abitazione".

La raccomandazione è del comandante della polizia locale di Vasto, Giuseppe Del Moro: "Nel corso dei controlli, abbiamo trovato diverse persone che, dai comuni vicini, vengono in città a fare la spesa. Questo non è consentito dal Dpcm, quindi abbiamo fatto scattare le sanzioni, che vanno da un minimo di 400 a un massimo di 3mila euro". 

"Col personale attualmente in servizio - dice Del Moro - possiamo impiegare due pattuglie per turno di lavoro. Stiamo eseguendo molte verifiche nelle attività commerciali e istituendo posti di controllo sulle strade. Facciamo attenzione anche alle zone dei supermercati, che sono quelle più frequentate. La maggior parte delle persone adducono valide motivazioni per uscire di casa: visite mediche o acquisto di beni di prima necessità. Ognuno si assume la responsabilità di ciò che dichiara. Non possiamo controllare tutti, ma stiamo riscontrando il più possibile le certificazioni. Le mascherine per i nostri agenti? Ne abbiamo per altri 10-15 giorni, in parte anche donate da persone generose".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi