Si schianta contro un muro e dà in escandescenze: arrestato per resistenza a pubblico ufficiale - Incidente in via Tobruk, 52enne multato anche per violazione del decreto coronavirus
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 giugno 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 31/03

Si schianta contro un muro e dà in escandescenze: arrestato per resistenza a pubblico ufficiale

Incidente in via Tobruk, 52enne multato anche per violazione del decreto coronavirus

Si schianta con l'auto contro un muro danneggiando una centralina elettrica e un tubo del metano. All'arrivo dei vigili, non ha un valido motivo per giustificare di essere in circolazione e dà in escandescenze. Con l'accusa di resistenza a pubblico ufficiale, polizia locale e agenti del Commissariato hanno arrestato a Vasto un uomo di 52 anni. 

Così il comandante della polizia locale, Giuseppe Del Moro, ricostruisce l'accaduto: "In data odierna, alle ore 15 circa, il personale della Polizia Locale di Vasto interveniva a seguito di un sinistro stradale senza feriti con soli danni al patrimonio pubblico in Via Tobruk, ove risultava coinvolta una sola autovettura, con a bordo il solo conducente, che a causa di manovra turbativa, messa in atto dallo stesso, andava a collidere contro il muro, danneggiando una centralina dell’Enel ed una tubazione del gas, per la cui messa in sicurezza e riparazione interveniva sul posto anche una squadra dei Vigili del Fuoco di Vasto e oltre ad operatori della rete gas.

Il conducente della autovettura A.I., di anni 52 e nazionalità rumena, nel corso degli adempimenti di rito da parte del personale di Polizia Locale intervenuto, si mostrava, fin da subito - si legge nel comunicato di Del Moro - in evidente stato di alterazione e, alla richiesta degli operatori di effettuare ulteriori accertamenti con l’etilometro si rifiutava, inveendo e opponendo resistenza e violenza contro i pubblici ufficiali intervenuti, che procedevano, con l’ausilio di una pattuglia del locale Commissariato di pubblica sicurezza, al suo arresto e al consequenziale deferimento alla competente autorità giudiziaria.

Infine, al soggetto arrestato e trattenuto per i consequenziali adempimenti presso il Comando di Polizia Locale, è stata anche irrogata la sanzione stabilita nel massimo fino a 3.000 euro, come previsto dal decreto legge 19/2020, recante misure per il contenimento del contagio da Covid-19, in quanto si spostava con un mezzo in assenza di comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi