Asd Torrebruna, sferrato il "calcio solidale" al covid. Raccolti 5000 euro per la terapia intensiva - "Grazie a chi ha contribuito alla realizzazione di questo piccolo grande gesto"
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


2 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Asd Torrebruna, sferrato il "calcio solidale" al covid. Raccolti 5000 euro per la terapia intensiva

"Grazie a chi ha contribuito alla realizzazione di questo piccolo grande gesto"

Nei giorni scorsi, l'Asd Torrebruna, ha lanciato l'iniziativa di solidarietà "uncalcioalvirus", raccolta fondi volta a sostenere economicamente i reparti di Terapia intensiva d'Abruzzo. L'appello dei torresi è stato raccolto ed oggi arriva il loro ringraziamento.

"Come già dimostrato altre volte in passato, quando si tratta di dare una mano nel momento del bisogno il nostro paesello non si tira mai indietro: saremmo anche una piccola comunità, ma con un cuore grande così! - dichiarano gli organizzatori - La nostra raccolta fondi per 'dare un calcio al Covid' ha raccolto molte adesioni non solo da parte del mondo dell’associazionismo locale, ma anche da parte di tanti cittadini di Torrebruna e Guardiabruna che hanno deciso di dare il loro contributo per vincere questa battaglia".

"La somma finale raccolta è di 5000 euro che saranno donati per l’acquisto del materiale necessario nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale San Pio di Vasto. - spiegano - Vogliamo ringraziare tutti coloro che hanno contributo alla realizzazione di questo piccolo grande gesto. In modo particolare ringraziamo: la Pro Loco di Guardiabruna, la Pro Loco di Torrebruna, l’Associazione Corvara, il Gruppo Alpini, la Protezione Civile, il Comitato Feste, il Gruppo dei ragazzi del "Fantapostolo" e, non da ultimo, tutti i torresi residenti e quelli 'forestieri'. Il nostro calcio solidale al Covid è stato sferrato, adesso per batterlo del tutto ritorniamo a sprofondare nei nostri divani: restiamo a casa, andrà tutto bene".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi