Avviata la produzione di mascherine in Val Sinello, 400 donate al Comune di Gissi - Saranno consegnate a personale sanitario e lavoratori a rischio
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 aprile 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

bar_chartInfografiche Covid Abruzzo keyboard_arrow_up keyboard_arrow_down

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Gissi   Attualità 27/03

Avviata la produzione di mascherine in Val Sinello, 400 donate al Comune di Gissi

Saranno consegnate a personale sanitario e lavoratori a rischio

Dopo la notizia dell'installazione di linee produttive ad hoc, arriva la prima donazione al territorio. Il gruppo Calzedonia che ha lo stabilimento Unos in Val Sinello ha donato ieri mattina 400 mascherine al Comune di Gissi. La scelta del patron del gruppo, Sandro Veronesi, è di qualche giorno fa: in due stabilimenti italiani, tra i quali, appunto, lo stabilimento ex Golden Lady, e in quelli croati si produrranno mascherine da donare a enti pubblici e strutture sanitarie. A regime, complessivamente, ne saranno prodotte 10mila al giorno; qualche giorno fa 5mila sono state donate a ospedale e Comune di Verona.

Il sindaco di Gissi, Agostino Chieffo, ha ricevuto la donazione, le mascherine saranno consegnate a chi opera in strutture sanitarie e a chi è a contatto con il pubblico. 

"Ringrazio il Gruppo Calzedonia e lo stabilimento di Gissi della società Unos per la donazione effettuata al Comune di 400 mascherine riutilizzabili – dice il primo cittadino – In questo particolare momento storico in cui lo Stato ha difficoltà ad approviggionare le sue strutture di presidi essenziali, la scelta aziendale di riconvertire la produzione per far fronte alla carenza di mascherine e non immetterle nel mercato, ma offrirle gratuitamente denota, oltre a una generosità non comune, un grande senso di responsabilità e l'attaccamento alla nostra Nazione: qualità che vanno riconosciute e apprezzate e fanno onore al Gruppo e alla sua proprietà".

"La donazione è un bel gesto dell'azienda ed è un segno di attenzione per il territorio che ho apprezzato molto. Le mascherine  saranno consegnate, tramite la protezione civile l'Arcobaleno, a coloro che in questi giorni difficili con il loro lavoro si stanno mettendo al servizio della collettività, per garantire a tutti noi assistenza sanitaria, servizi essenziali e generi di prima necessità. Saranno quindi consegnate ai medici di Medicina generale, al personale del 118, al punto di primo intervento, al Pta e al medico di guardia, agli addetti del Coc e ai volontari della protezione civile nonché a tutte le attività commerciali con punti vendita a Gissi. Appena saranno reperite altre mascherine, si procederà a nuove consegne in base alla disponibilità e alle esigenze". 

"Con l'occasione, ringrazio anche gli imprenditori e l'associazione Donatella Gaspari onlus che, in questi giorni difficili per tutti, hanno fornito gratuitamente le mascherine per i volontari della protezione civile e le forze dell'ordine e i disinfettanti che vengono utilizzati per la sanificazione delle strade comunali".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi