"Ancora troppe auto in giro e assembramenti nei pressi dei distributori" - Le segnalazioni
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


5 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

"Ancora troppe auto in giro e assembramenti nei pressi dei distributori"

Le segnalazioni

Vasto, strada provinciale 212 Istonia: posto di blocco istituito nei giorni scorsi dalla polizia localeTroppe persone in giro. Poche a piedi, ma molte con le auto. Sta succedendo dall'inizio della settimana. Diversi lettori di Zonalocale continuano a segnalare un aumento del traffico sulle strade principali di Vasto, da corso Mazzini a via Ciccarone, alla statale 16 e alla circonvallazione Istoniense, in particolare all'altezza della rotatoria all'incrocio con via Madonna dell'Asilo e via Sant'Onofrio.

Nonostante decreti e ordinanze sempre più restrittivi, la chiusura delle imprese che non producono beni essenziali e delle attività commerciali che non forniscono prodotti di prima necessità, da mercoledi si susseguono segnalazioni relative anche ad assembramenti nei pressi di alcuni distributori di carburante.

Denunce, multe più salate per chi si mette alla guida senza un valido motivo e sanzioni da migliaia di euro non sono evidentemente bastate a far capire a tutti che bisogna stare a casa. Per questo, proseguono controlli e posti di blocco delle forze dell'ordine. La polizia locale ha denunciato due persone [LEGGI].

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi