Coronavirus, donate 500 mascherine all’ospedale San Pio dai Lions Club del Vastese - Al via la raccolta fondi per il progetto ventilatori polmonari
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 26/03

Coronavirus, donate 500 mascherine all’ospedale San Pio dai Lions Club del Vastese

Al via la raccolta fondi per il progetto ventilatori polmonari

I quattro Lions Clubs del vastese (Vasto Host, Vasto Adriatica Vittoria Colonna, Vasto New Century e San Salvo) hanno donato 500 mascherine all’unità operativa di Pronto Soccorso dell'ospedale San Pio di Vasto, dando così il loro contributo allo sforzo che i sanitari stanno facendo nella lotta all’epidemia da coronavirus.

"In un momento particolarmente difficile come quello che sta attraversando il nostro Paese, ognuno è chiamato a fare la propria parte nei limiti delle possibilità e delle disponibilità. - sottolineano - Non potevamo non essere vicini alle nostre comunità e soprattutto a chi lotta in prima linea contro il Covid-19".
"Anche la Lions Clubs International Foundation ha messo a disposizione del nostro Paese una dotazione di 350mila dollari - dichiarano – e in queste ore il consiglio dei governatori ha deciso l’acquisto e la donazione di ventilatori polmonari che, in breve tempo, saranno messi a disposizione degli ospedali delle aree maggiormente colpite dall’epidemia, seguendo le indicazioni dell’autorità sanitaria nazionale.

È stata inoltre avviata una raccolta fondi aperta al contributo di tutti i cittadini alla quale sarà possibile aderire con un versamento sul conto corrente del Multidistretto Lions Italia.

IBAN IT03T052160322000000000945 causale: 'progetto ventilatori polmonari'.

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi