Coronavirus, tre pazienti guariti dimessi dall’ospedale di Vasto - A Chieti morti 56enne di Torino di Sangro e 73enne di Atessa
Abruzzo Smart Academy - ITS Agroalimentare Teramo CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Cronaca 25/03

Coronavirus, tre pazienti guariti dimessi dall’ospedale di Vasto

A Chieti morti 56enne di Torino di Sangro e 73enne di Atessa

Vasto, medici del reparto Malattie infettive. Al centro, Maria Pina Sciotti"Tre malati di Coronavirus già dimessi e dichiarati guariti, sia clinicamente sia sotto il profilo virologico: la buona notizia arriva dall'unità operativa di Malattie infettive dell'ospedale di Vasto, dove erano stati i primi ricoverati risultati positivi al test. In reparto restano altri sette pazienti, di cui due in stanze a pressione negativa". Lo comunica l'ufficio stampa della Asl Lanciano-Vasto-Chieti.

"Conosciamo l'aggressività di questo virus - sottolinea Maria Pina Sciotti, responsabile dell'Unità operativa - ma è importante evidenziare che si può guarire, come dimostrano i casi trattati".

"Nell’ospedale di Chieti - si legge nel bollettino della Asl - sono morte due persone: si tratta di un uomo di 73 anni di Atessa, positivo al test per il coronavirus, e di una donna di 56 anni di Torino di Sangro con sospetto clinico e tampone in corso di test".

Oggi in Abruzzo si sono reigistrati altri 124 casi di Covid-19 [LEGGI].

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi