I dirigenti delle scuole superiori vastesi: "Tutti uniti per la crescita dei ragazzi" - La riflessione di Fuiano, Del Re, Angelini e Orsatti
 
Vasto   Attualità 19/03

I dirigenti delle scuole superiori vastesi: "Tutti uniti per la crescita dei ragazzi"

La riflessione di Fuiano, Del Re, Angelini e Orsatti

"Desideriamo condividere alcune considerazioni sul nostro essere scuola in questo tempo". I dirigenti degli istituti superiori vastesi, Gaetano Fuiano (IIS E. Mattei), Nicoletta Del Re (ITE F. Palizzi), Maria Grazia Angelini (Polo Liceale R. Mattioli) e Anna Orsatti (IIS Pantini Pudente) hanno elaborato un documento congiunto di riflessione sul mondo della scuola che, come tutto il Paese, sta vivendo un periodo di particolare complessità.

"In un periodo di grande, grandissima difficoltà del nostro paese ognuno di noi è chiamato a fare semplicemente il proprio dovere per trasformare la crisi in momento di crescita per tutti e per ognuno. Non possiamo accettare visioni che frenano o peggio ancora che non mettono al centro l’unica ragione per cui veniamo pagati: lo studente. Questo è il momento del lavoro, è il momento in cui tutti dobbiamo fare riferimento all’unica fonte solida e sicura della nostra democrazia: la costituzione, i suoi valori fondanti, le sue solide basi che dettano le linee guida del nostro essere cittadini.

Per questo vogliamo ringraziare pubblicamente tutti i dirigenti nostri colleghi, i docenti, il personale ATA che stanno facendo il loro dovere per il bene dei ragazzi. Teniamo a precisare che non riteniamo di agire in virtù di spirito di volontariato ma cerchiamo semplicemente di svolgere il nostro lavoro, il lavoro per il quale siamo pagati con le tasse dei contribuenti, cioè dei cittadini. Così come stanno facendo il loro lavoro i tanti docenti che quotidianamente garantisco una presenza di scuola ai nostri ragazzi.

Stiamo insieme, non ci sono dirigenti contro docenti o docenti contro dirigenti, se non nella mente di chi della scuola conosce poco o nulla. Ci sentiamo vicini ai nostri docenti e spero loro con noi, stiamo insieme, lavoriamo insieme, fatichiamo insieme con un unico orizzonte: i ragazzi che ci sono affidati. La scuola è di gran lunga migliore di quello che viene rappresentata da taluni. La scuola italiana è stata una delle protagoniste indiscusse della costruzione del Paese, lo saremo ancora. E lo stiamo dimostrando".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi