Assoenergia: "Raccolti fondi per fare terza postazione di terapia intensiva all’ospedale di Vasto" - Tumini: "In questo periodo è bello essere anche associazione di solidarietà"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Attualità 19/03

Assoenergia: "Raccolti fondi per fare terza postazione di terapia intensiva all’ospedale di Vasto"

Tumini: "In questo periodo è bello essere anche associazione di solidarietà"

Gabriele Tumini"Sono particolarmente felice, dopo aver contattato la direzione aziendale della Pilkington che avevo già avvicinato nel corso dello scorso week end, di mettere a disposizione la somma necessaria all’implementazione di una terza postazione completa di Terapia Intensiva presso l’ospedale San Pio di Vasto, unendoci a loro per questo percorso ricco di umanità e senso di appartenenza comune di fronte alle difficoltà". Ad annunciare la donazione è il presidente di Assoenergia Vasto, Gabriele Tumini.

"Già da alcuni giorni - scrive in una nota - tutti noi siamo impegnati a fare qualcosa per contenere questa tremenda pandemia contro la quale siamo chiamati a combattere, ma allo stesso tempo, e come sempre accade quando una Comunità vera si stringe tutta assieme per ideali comuni e non di parte, anche la Solidarietà diventa un Dono, non solo per chi ne beneficia ma, ancor di più, per chi’ ne assume l’iniziativa.

Nella giornata di ieri, e dopo aver appreso con gioia di tanti progetti solidali, soprattutto ancor più ricchi se piccoli nel senso materiale, ma immensi perché provengono da cuori infinitamente grandi di tante persone, anche l’associazione di imprese raccolte nell’Assoenergia di Vasto ha sentito immediatamente il dovere di poter fare qualcosa per pensare al presente ma anche e soprattutto per piantare piccoli semi da far germogliare nel futuro.
Tra tutti questi straordinari gesti, abbiamo visto ieri partirne uno dalla Pilkington di San Salvo, che ad un primo atto di donazione da parte della società, ha immediatamente già raccolto una iniziativa lanciata dalle Rsu di stabilimento rivolta a tutti i dipendenti del gruppo NSG.

È evidente che un percorso virtuoso che già dal primo giorno è capace di raddoppiare una prima iniziativa, volta a fornire l’ospedale di Vasto di una postazione completa di terapia intensiva, oggi già concretamente formalizzata per due postazioni, non poteva non vederci accogliere con gioia tutto ciò, e aprire facilmente la porta alla solidarietà utile e primariamente necessaria anche in casa nostra.
Ho perso poco tempo nel contattare il consiglio direttivo di Assoenergia ed alcuni degli associati, perché hanno usato solo un batter di ciglio nel rispondere un immediato e grande sì.
In verità avevamo già da tempo in mente di usare il nostro fondo cassa accumulato negli anni per progetti sociali a beneficio delle nostre Comunità che potessero cogliere obiettivi di arredo urbano o di esaltazione delle nostre bellezze storiche e paesaggistiche.
Ma questo tremendo evento in corso ha permesso a tutti noi di cambiare radicalmente le priorità della nostra vita, non solo per momento contingente ma anche e soprattutto per quello futuro, e la difesa della Vita, in tutte le sue forme e le sue declinazioni, è oggi, come sempre, la priorità numero uno.

Pertanto, sono particolarmente felice, dopo aver contattato la direzione aziendale della Pilkington che avevo già avvicinato nel corso dello scorso week end, di mettere a disposizione la somma necessaria all’implementazione di una terza postazione completa di Terapia Intensiva presso l’ospedale San Pio di Vasto, unendoci a loro per questo percorso ricco di umanità e senso di appartenenza comune di fronte alle difficoltà.
Non sarà semplice veder concretizzato in maniera veloce ed immediata la disponibilità di questi complessi macchinari oggi preziosissimi e richiestissimi, anche se vorremmo tutto e subito, ma come letto dal comunicato della stessa Pilkington, tutto ciò sarà immensamente utile anche dopo l’immediatezza del momento, stante il certo non breve periodo che avremo avanti di emergenza sanitaria. Comunque sia , una iniziativa che possa vedere un ospedale quasi raddoppiare le sue capacità di accoglienza emergenziale in merito ci riempie il cuore adesso e soprattutto dopo ,allorquando ne apprezzeremo la sua perenne utilità anche nel prosieguo della nostra vita, con una non troppo nascosta speranza che in questi giorni altri potrebbero contribuire , ciascuno nei limiti delle proprie disponibilità, affinché possa nascere, perché no, anche un quarto impianto completo, un quarto ‘’fiore’’ per questo nostro “ Giardino della Vita”.
Vivere una associazione come la nostra è vivere assieme e condividere comuni momenti di necessità e di lavoro, per trovare sinergie e momenti di confronto: oggi, in questo momento così difficile e straordinariamente storico per tutti noi - conclude Tumini - è bello essere anche una associazione di solidarietà".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi