La solidarietà del Torrebruna, raccolta fondi per aiutare i reparti di Terapia intensiva d’Abruzzo - "Scendiamo in campo"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

La solidarietà del Torrebruna, raccolta fondi per aiutare i reparti di Terapia intensiva d’Abruzzo

"Scendiamo in campo"

Zia Rosina"Mentre il calcio si ferma, l'Asd Torrebruna scende ugualmente in campo". È uno degli slogan che accompagna la bella iniziativa di solidarietà lanciata dalla squadra granata del comune dell'Alto Vastese militante in Seconda categoria (campionato sospeso come tutte le altre attività sportive).

I torresi confermano così che, oltre ai numeri in aumento dei casi positivi al coronavirus in Abruzzo e in Italia, si moltiplicano anche le dimostrazioni di solidarietà per aiutare economicamente i presidi sanitari messi a dura prova dall'emergenza.

La raccolta fondi "uncalcioalvirus" è accompagnata dalle foto dei giocatori e dei tifosi con un altro degli slogan che in questi giorni uniscono l'Italia: Andrà tutto bene. Folta la partecipazione dei supporters, tra loro anche zia Rosina (Rosa Lattanzio) di 98 anni.

L'iniziativa è così spiegata dagli organizzatori: "È rivolta a tutta la comunità torrese che vuole sostenere economicamente i reparti di Terapia intensiva d'Abruzzo. Chiunque può lasciare un proprio contributo nelle due attività alimentari del paese a Torrebruna o nell'unica attività alimentare a Guardiabruna entro venerdì 20 marzo. Anche un piccolo contributo sarà di grande aiuto. Ringraziamo anticipatamente tutti coloro che con generosità vorranno sostenere l'iniziativa". 

Info
338 1689037
333 8359484

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi