Protezione Civile di Vasto: "Operativi h24 per dare supporto ai nostri concittadini" - Dall’inizio dell’emergenza già decine di interventi
 
Vasto   Attualità 15/03

Protezione Civile di Vasto: "Operativi h24 per dare supporto ai nostri concittadini"

Dall’inizio dell’emergenza già decine di interventi

Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, con le progressive misure restrittive per contenere la diffusione del contagio, sono già decine gli interventi del gruppo comunale di Protezione Civile di Vasto. Gli uomini coordinati dal responsabile Eustachio Frangione si sono organizzati al meglio per poter essere di supporto alla comunità vastese. 

"Siamo a disposizione di tutta la comunità - spiega Frangione - ma, in modo particolare, delle persone più fragili: gli anziani e le persone sole". Chi non può uscire di casa neanche per fare la spesa o acquistare i necessari farmaci può contare sull'aiuto dei volontari vastesi. "Il numero di telefono 0873.301376 è attivo 24 ore su 24 durante tutto l'anno. I nostri operatori sono sempre a disposizione per dare assistenza e raccogliere le richieste dei cittadini". 

Il punto informativo, al terminal bus, e la centrale operativa, sono raggiunti quotidianamente da molto cittadini. "A disposizione di tutti ci sono i moduli di autocertificazione  per gli spostamenti. Chi non ha una stampante in casa si trovava in difficoltà e così abbiamo implementato questo servizio, visto che le copisterie sono chiuse". Da ieri c'è anche un equipaggio della Croce Rossa sempre presente nella sede della protezione civile. "Ci occupiamo di tutto ciò che riguarda l'assistenza alle persone". Con il supporto sanitario si evita anche, per le esigenze più contenute, di distogliere risorse dal presidio ospedaliero di Vasto.

"Tutti i nostri trenta volontari sono operativi - dice Frangione - con grande spirito di collaborazione. Tutti vogliono dare la loro mano senza risparmiarsi". La protezione civile ha anche il compito di girare per la città con l'auto munita di altoparlante che ricorda ai cittadini di restare in casa perchè "serve responsabilità da parte di tutti i cittadini".

E, tra le tante attività da fare, i volontari vastesi hanno anche portato anche un messaggio di "unità nazionale" con una breve sosta - il tempo di diffondere dagli altoparlanti le note dell'inno di Mameli - ieri sera al quartiere San Paolo. Iniziativa apprezzata dai residenti e che verrà ripetuta nei prossimi giorni negli altri quartierei della città.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi