Acqua razionata, l’opposizione insorge: "Un’emergenza nell’emergenza" - Chiusure idriche programmate dalla SASI fino al 20 marzo
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


7 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Vasto   Politica 14/03

Acqua razionata, l’opposizione insorge: "Un’emergenza nell’emergenza"

Chiusure idriche programmate dalla SASI fino al 20 marzo

"Un'emergenza nell'emergenza", così i consiglieri Vincenzo Suriani e Francesco Prospero (Fratelli d’Italia), Davide D'Alessandro e Alessandra Cappa (Lega), Guido Giangiacomo (Forza Italia), Edmondo Laudazi (Il Nuovo Faro) e Alessandro d’Elisa (Gruppo Misto), definiscono le chiusure idriche programmate comunicate dalla SASI.

"In un contesto giornaliero in cui è necessario garantire l’igiene della persona e degli ambienti, - si legge nel comunicato - questa esigenza viene messa a rischio dal fatto che nei nostri comuni, e a Vasto in particolare, ci sarà una forte riduzione delle erogazioni con restrizioni giornaliere fino a 11 ore su 24. La SASI ha deciso quindi, anche in piena emergenza, di costringere la cittadinanza vastese a razionalizzare al massimo l’uso dell’acqua e dei serbatoi. Chiediamo un intervento di tutta la classe politica vastese per garantire il massimo servizio idrico finché non cesserà l’attuale fase di emergenza sanitaria. Non è il momento di razionalizzare: è il momento di fare fronte comune. A tempo debito, però, chi ha ormai dimostrato di essere inadeguato nella gestione di un ente complesso come la SASI dovrà prenderne atto e andarsene a casa", concludono. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi