Primo Soccorso Letterario: un "salotto virtuale" per continuare a parlare di libri - L’iniziativa lanciata dai vastesi Luana Ciffolilli e Mario Pistacchio
 
Vasto   Cultura 08/03

Primo Soccorso Letterario: un "salotto virtuale" per continuare a parlare di libri

L’iniziativa lanciata dai vastesi Luana Ciffolilli e Mario Pistacchio

Primo Soccorso Letterario - Letture per tempi difficili. È nata da qualche giorno una pagina facebook [CLICCA QUI], per iniziativa della libraria vastese Luana Ciffolilli (della Mondadori Bookstore) e del suo collega Mario Pistacchio.

"L’esigenza fondamentale è nata dall’interdizione di tutti gli eventi che non ci permette di portare avanti il nostro salotto letterario in libreria - ci racconta Luana -. Per questo, Mario ed io, abbiamo abbiamo pensato di creare una pagina che rappresentasse una sorta di salotto letterario virtuale, per raccontare e parlare di libri ai nostri utenti abituali e non solo". Nei primi giorni sono già state pubblicate recensioni di diversi libri da consigliare ai lettori.

"Nelle nostre scelte vogliamo avere un focus sull'esigenza del momento. Oggi quasi tutti abbiamo paura, abbiamo ansia, proviamo delle sensazioni sgradevoli, in molti c'è noia, perchè c'è più tempo da impiegare. Per questo abbiamo deciso di fare una selezione di titoli adatti al momento".

I primi "interventi" di primo soccorso sono stati quelli dei fondatori, Luana e Mario, "poi ho chiesto una mano a tutti i miei amici librai ed editori e, nei prossimo giorni, arriveranno contributi da tutta Italia". Sarà l'occasione di poter conoscere, anche al di fuori dello spazio fisico della libreria, i consigli e i pareri di esperti del campo letterario. "Ed è sicuramente un modo per poter essere in contatto in un momento in cui il contatto fisico non ci può essere, attuando anche una sorta di libro-terapia".

Per la libraia vastese "più si legge e più si riesce ad avere consapevolezza di ciò che ci circonda. La consapevolezza non risolve il problema che c'è ma aiuta a superare ansie e paure infondate. Leggere, in questo momento, aiuta a discernere la realtà". La scelta del nome per la pagina è un richiamo "al fatto che siamo un po' tutti in emergenza, ed ecco il nostro Primo Soccorso Letterario".

I lettori - o meglio, gli utenti - "possono interagire, inviare i loro contributi e anche scriverci su messenger richiedendo recensioni di titoli specifici. Noi cercheremo di dare il nostro piccolo contributo in questi tempi difficili".

LA PAGINA >>> CLICCA QUI

di Giuseppe Ritucci (g.ritucci@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi