Raggiunto l’accordo tra Cbi e Mirolli srl, "Vogliamo rilanciare lo stabilimento e dare lavoro" - In Val Sinello il settore Ricerca e sviluppo
CHIUDI [X]
 
Gissi   Attualità 05/03

Raggiunto l’accordo tra Cbi e Mirolli srl, "Vogliamo rilanciare lo stabilimento e dare lavoro"

In Val Sinello il settore Ricerca e sviluppo

I firmatari dell'accordoAccordo raggiunto e firmato tra la Cbi di Gissi e la Mirolli srl di Monteodorisio per l'affitto del ramo d'azienda. La firma è stata apposta nei giorni scorsi riaprendo così uno spiraglio per i 31 lavoratori rimasti a casa il 20 dicembre scorso dopo mesi di silenzio [LEGGI]. L'azienda che realizza strutture metalliche ha affittato lo stabilimento con l'opzione per l'acquisto (che si potrà concretizzare al terzo anno) con la Cbi che ha assicurato un accordo di fornitura per questo periodo. 

Dei dipendenti dell'azienda che produce ventilatori a uso industriale ne sono stati riassorbiti già quattro, altri 5-6 saranno rioccupati entro la fine del mese, ulteriori 15 entro il 30 aprile.
L'obiettivo però non si limita a questo, "Vogliamo riportare lo stabilimento a pieno regime con il lavoro su due turni raddoppiando il personale e inserendo i giovani", assicura Enzo Mirolli legale rappresentante della nuova azienda a zonalocale.it.

Per farlo sono state individuate tre strade. Innanzitutto, allargare la produzione ad altri prodotti: "Vogliamo essere un'azienda versatile, non vogliamo limitarci alle ventole, ma puntare anche a tutte le altre carpenterie legate agli impianti di ventilazione".
Poi, la formazione "con appositi progetti con partner con i quali siamo già in contatto: scuola di saldatura, formazione sui montaggi ecc. in modo da inserire gradualmente i più capaci".

La terza via è forse la più importante. La Cbi ha avuto il "cervello" sempre nella sede principale in Lombardia, ora l'intenzione è di avere il settore ingegneristico in Val Sinello: "Fare ricerca e sviluppo è fondamentale per arrivare a importanti clienti internazionali. Inoltre, proprio ieri abbiamo avuto la visita della facoltà di Ingegneria dell'università dell'Aquila per tre progetti di ricerca e svluppo per 100mila euro". "In questa fase – conclude Mirolli – abbiamo avuto una grande mano dal ceo della Cbi Dario Melò e dal presidente Corrado Maveri, li ringraziamo così come gli studi di consulenza Incaconsult e Sabatini che ci hanno affiancato in questo percorso".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi