Raccolta differenziata, San Salvo supera la soglia del 65% - Il sindaco: "Con l’impegno di tutta la comunità, possiamo migliorare ancora"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


19 gennaio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

San Salvo   Ambiente 03/03/2020

Raccolta differenziata, San Salvo supera la soglia del 65%

Il sindaco: "Con l’impegno di tutta la comunità, possiamo migliorare ancora"

Tiziana MagnaccaPer la prima volta da quando è stato istituito il servizio di raccolta porta a porta, il Comune di San Salvo ha superato la soglia del 65% di rifiuti
differenziati nel 2019.
"Il 65,96%." – dichiara il sindaco Tiziana Magnacca – "Abbiamo superato questa soglia che sembrava irraggiungibile fino a qualche anno fa. Numeri che possono aumentare nella misura in cui c’è l’impegno di tutta la comunità, facendo squadra e differenziando correttamente i rifiuti".

L’assessore all’Ambiente Giancarlo Lippis spiega che "questo dato è stato raggiunto pur considerando che ora si provvede anche alla raccolta a San Salvo Marina, con utenti che cambiano di frequente nel periodo estivo e che mettono a dura la prova la macchina organizzativa".
Lippis sottolinea la "volontà di applicare le sanzioni previste, sia agli utenti che alla ditta appaltatrice, in presenza di comportamenti non regolari e di violazioni del regolamento comunale".

"Voglio evidenziare – conclude l’assessore Lippis – "come sia possibile raggiungere percentuali maggiori di raccolta differenziata al fine di mantenere pulito l’ambiente e per raggiungere un apprezzabile standard qualitativo a beneficio di tutta la città, a dimostrazione di una diversa cultura ambientale".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Necrologi


      Chiudi
      Chiudi